chiudi | stampa

Raccolta di poesie di Isabel Zanusso
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Valdarno new life

Un vecchio casale -
Un freddo ’cane’.
Sapori di Natale -
Lo spettacolo inizia:

Mi butti in mezzo alla trama
(inaspettatamente...?!)
Io rido - poi cerco di fare la ’seria’.
(...dozzine di anime e occhi che osservano...)
Scegli me ed altre due del pubblico
(Ammetto - era anche il mio desiderio - e tu l’avevi capito).

Sei ’buffa’, come i tuoi amici
(nel tuo mondo di non-realta’).
Vi trasformate con vestiti, cappelli, scarpe, occhiali e parruche
(da giovani e spensierati ad anziani e saggi).
Vostra trama non ha molto ’senso’ -
(fantasie infantili - leggeri, leggeri...)
Forse per questo che mi fa’ ridere
(ricorda l’innocenza della prima evoluzione).
Ti aspetti che reagisco alle tue battute
(mi guardi con incoraggiamento ed aspettative)
Mi controllo - poi ti accontento
(anche me stessa).

Che freddo ’cane’ -
Tutti di sopra, intorno al grande focolare -
Cosi’ grande che mi ci siedo dentro...(su un pezzo di legno),
senza paura di bruciare.

*

Penisola/ina

Che ’pace’ qui -
Mi guardo intorno -
Una penisola/ina (ai piedi del lago Kivu)
Tante tende (donate) - grandi, piccoli...
...E ancora tende -
Rifugio temporaneo dei rifiugati.

Famiglie d’appertutto
Uomini che parlano in piccoli gruppi tra di loro
Donne, indaffarate a preparare il ’fufu’
Nei loro pentoli (donati)
Su un fuoco di legna,
Raccolta all’alba (dalle donne...).

Bambini che giocano
Con giochi mai visti prima
Costruendo altri (giochi) mentre giocano
(sono artisti ! )

Siamo qui per fare ’monitoring’
Mi sembra un po’ buffo
Fare ’monitoring’ in questa ’situazione’.
Chiaccheriamo con altri volontari - medici,
Loro si che li ammiro...

La loro ’clinica’ -
Quattro tende ’extra large’.
Ma c’e’ quasi tutto che serve
Da fare vaccinazioni, ad amputazioni, a parti difficili.

Eseguino il loro ’lavoro’ con umile consapevolezza
Che stanno alleviando dolore (fisico e altro)
E, salvando vite.

La loro UMILTA’ mi colpisce
Si, li ammiro !
Non come tanti del occidente
Che pensano solo ai quattrini.

Una donna, giovane,
Partorito un bimbo qualche giorno fa’.
Il bimbo sta poco bene
Decisione presa dai Dottori-Angeli
Trasferimento ospedale Bukavu.

Chiedono permesso di usare nostro ’zodiaco’
Per attraversare il lago
Mancherebbe pure -
Non si dovrebbe, pero’...

Un vento si alza
Onde all’improvviso
Sul lago Kivu.

Gia’ l’acqua per se m’innervosisce
Figuriamoci su questo ’coso di plastica’.
La donna mi sorride, e mi porge il bimbo...
...lo ’accetto’, che scelta ho?

Lo guardo - mi guarda (credo),
Mi rilassa, dimentico le onde,
E la paura.

E’ possibile che mi sento fortunata ?

*

Navadvip

Pomeriggio tardi
Una pioggia violenta
Nessuna via di ritorno
Attraverso il Ganges:

Un po’ annoiati -
Decisione presa all’improviso
Come due ’ladri’ lasciammo’ il ’convento’
Senza che nessuno si accorse
(finche’ stavamo gia’ lontani’...)

E’ adesso...?
Le tue parole: ’Giu’ al fiume, veloce. Navadvip ci attende.’
Corro con te per strade estranee.
(quasi inciappiamo nelle nostre ’sari’, che brillano nel sole).

Un battello di legno - vecchio...
Il Ganges come un mare - vasto...
Ho paura...
Saliamo sul battello, con altri -
E’ pieno zeppo (ho paura...).

Colori, colori, colori, e -
Pace.
Nessuno parla.
C’e’ spiritualita’ nell’aria
Nessuno parla.

Alcuni scrivono - poi,
dolcemente regalano i loro pensieri/desideri al Ganges.
Un espressione serena sul loro viso
Espressione che brilla con speranza/certezza
Che i loro desideri si avvereranno.

Prendi due fogli
Scriviamo anche noi.
Poi, il rito dell’abbandono al Ganges.
Cosi’ vasto -
Mi abbandono.

Navadvip - antica, antica...-
Troppo antica da misurare con il tempo.
Templi, Templi -
Tanta spiritualita’.
Mi sento come essere entrata nel Paradiso.

Giriamo l’angolo -
Una macelleria...(!!?!)
Vengo buttata fuori dal Paradiso.
Ma, allora...(pensavo fossero tutti vegetariani qui).

Continuamo -
La casa d’un Guru famoso e potente,
Davanti a noi.
Parla di altre dimensioni -
Non capisco tutto...
Non entro nel discorso...
Non m’ispira l’energia in quel luogo.

Poi, un gruppo di devoti (dal Sud America).
E’ il loro Guru da anni.
Non si ’muovono’ senza chiedere la sua opinione.
Dollari sporchi scambiano mano -
Mi stupisce...

Monsoon comincia all’improviso -
siamo ’fritti’.
E’ mo’ ??
Ti guardo aspettando una ’soluzione’.
Il cielo c’e’ la da’ un oretta dopo:

E’ tornato il sole -
Il battello ci aspetta -
Rientro nel ’convento’.

*

11 poesie

***

Tra il buio d’un tramonto invernale
Il tuo scheletro saluta - velocemente.
Sei spoglio del tuo vestito,
Spazzato via, col passare della stagione.

A braccia nude
Urli (nel vento), soffri (tristemente),
Ma continui a vivere,
Sognando nuove primavere.


***


’Presuntuoso’ sei,
Sotto forma del frutto di carta e penna -
Appena nato, riciclato e antico.

Ritratti d’energia eterna,
In armonia con il tuo essere.


***


IL NUMERO OTTO (8)

Il numero otto (8).
Due cerchi, uniti.
Separa i due cerchi -
Ottieni due zeri.

Cambia tutto.


***


Lascai parlare gli altri
Bravi a riempire l’aria di suoni.
Mi convincero (oppure mi ero auto-convinta).

Poi - Lascai parlare gli altri
Bravi a riempire l’aria di suoni.
Non mi convincero (pero’ alla fine mi lascai convincere).

Dopo di che - Non lascai piu’ parlare nessuno.

In mancanza di unione spirituale,
Il mio spirito preferi’ la purezza del deserto.


***


Saluto la Luna -
Ogni mattina.

Millioni di deserti -
Luna, volgio stare con Te.


***


Colori, colori, colori -
Occhi dapertutto...
Che vedi ?


***


La tua gelosia mi spaventa.
Non te lo lascio percepire -
Sarebbe pericoloso...
(saresti capace di uccidere, con tuo sguardo buio come un buco nero).

T’incoraggio
Prego per Te
Sperando ti porta sollievo, pace, e felicita’.


***


OLTRE IL FIUME

Oltre il fiume della passione
C’e’ - passione.
Oltre il fiume del piacere
C’e’ - piacere.
Oltre il fiume di Te -
Ci sono Io.


***


Le varieta’ delle verita’ non hanno numero,
Ne’ forma a priori.

L’Universo e’ imprevedibile -
(ci sorprende).


***


Giochi con le parole del passato -
Li adatti al presente.

Pensieri, parole -
parte dell’eternita’ che gioca con colori.


***

Cosa ti rappresenta un cerchio?
(Da dove inizia?)
Cosa ti rappresenta una linea orizzontale?
(Cosa c’e’ oltre?)
Cosa ti rappresenta il vuoto?
(Esiste veramente?)

Come si misura ’l’altezza’ ?

Infine -
La risposta e’ ancora lontana.


***

*

Luna d’Autunno

***

Luna d’Autunno
sei tornata
a tormentarmi
con tuo sguardo
delizioso.
Piu’ vivi di te
non si puo’...
anche se sembri solo
una roccia rotonda
grigria perfino -
sospesa lassu’.

Rocca sei -
roccia carica
delle energie
dei tuoi adulatori.

***

*

Carpe Diem

***

Rendete straordinaria la vostra vita
ci saranno prove
l’intelligenza vera (spirituale)
si mettera alla prova !

Ci dimentichiamo subito
che non influenza
questo scambio d’energia!

Lasciare paternita’/maternita’ insieme -
ma non mi sembra di esserci
qualcosa di piu’ divino
nella nostra coscienza !

Giuro ! - non sapevo quello
che sarebbe successo
non ti conoscevo -
poi - ci sono tante distrazioni
nella vita
cose di ogni giorno.

Non so che cos’e’ l’amore
parola usata troppo in vano.

Tango si balla da soli
ma con un’altra persona.

Chi non fa’ nulla fuori dalla ’norma’
non sbaglia (quanto li ’invidio’...).

Sei geloso di una persona
che ha vissuto quasi un secolo fa’.
Ma allora, all’alba
possiamo fare tutto
o niente, insieme -
non c’e’ molta differenza.

Carpe diem - cogli l’attimo
cogli la rosa quand’e’ il momento.
Siamo cibo per vermi..(da: Attimo fuggente)

La parola amore
e’ una sottovalutazione.

Le vittime, i vostri cuori
le vostre anime
parole e idee
possono cambiare il mondo.
(da: Attimo fuggente)

Volevo soltanto sentirmi vicino
adesso voglio ’assaporare’
la tua anima.
Lo spettacolo continua
poesie contribuiscono un verso.

Liberi pensatori
solo nei sogni
gli uomini
saranno veramente liberi!
(da: Attimo fuggente)

Ma che cosa e’ stata
la vita finora?
E’ i lupi solitari ?
Dovrebbero avere la soluzione.

E’ allora ? -
Carpe Diem.

Non ci sono parole
quest’e’ il mistero delle poesie.

Suono delle poesie
che diventa magia
assaporare la dolcezza
lo spazio intorno a noi
cosi essenziale
le energie -
mischiare oppure no?

Succhiare tutto il midollo della vita
(da: Attimo fuggente)

Insegnare qualcosa sulla poesia
molto distaccato
distaccato ma presente.
Miscuglio tra realta’ e non-realta’
energia che esplode.

Niente e’ impossibile
con calma -
tutto con calma
oppure
carpe diem.

Carpe diem
cogli l’attimo
altro che...
ma ti rendi conto di quello
che sta succedendo nel mondo ?
Ti rendi conto
quanto siamo fortunati ?

Inutile ed imbarazzante ?!
Ummhh...beh....!
Ti basta ?

Bisbigli:
Ho qualcosa da dirti...
pazzo furioso !
Ma questo e solo
materia.

E p o i c h e c o s a
c ’ e’ o l t r e ?
So’ fare di piu’
So’ fare di piu’.

A volte penso
quanta fatica di scrivere
mi sprema
voglio solo dormire dopo
ricaricarmi
della energia universale
qualsiasi cosa sia.

Parole
unici e vostri
strani e impopolari
(da: Attimo fuggente)

Andare controcorrente
forma di seduzione -
ci sara’ sangue dappertutto !

Carpe diem
e non solo -
vivilo.

Sento la mia tutta
piccola altezza
scorrere nel tuo ’Io’
non ci pensare
se ci pensi
c’e’ pericolo che svanisce.

Io so’, non so’
eppure non sapendo, so’
forse prima che tu accenni
anche se non ti vedo
e’ come se mille Te
sono con me.
Che sorpresa -
l’amore e’ cosi semplice !

Tango -
una danza che dura
una vita
e oltre.

E tu?
Brucia così tanto
Insopportabile...?!

***

*

Sogno

Sogno l’aria,
La luce.
Colori che non esistono.
Sogno silenzio,
In casa, e -
In casa.

Silenzio intorno,
Mille colori di verde.
Di verde con altezze in armonia.

Sogno la vita
Che cresce dalla terra,
Che da’ vita.

Sogno vita nello spazio-tempo -
Che non esiste (?!)

*

6 poesie

***

Le strade percorse nella vita
passate e future
mi appaiano
nei sogni
nei ’viaggi astrali’ -
volo attraverso deserti
mi godo il panorama dell’universo
salgo le scale verso amici
gioia e serenita’ mi avvolgono
non voglio ’svegliarmi’.
L’abbraccio che mi regali
mentre sto dormendo
da sola nel mio letto.
L’assenza di paura
conferma presenza di spiriti benefici.
Il male
che fa svolazzare le tende
nell’aria della notte,
la donna - giovane, bella
vestita di nero
muore silenziosamente davanti a me.
C’e’ pericolo -
poi svanisce.

***

Si presenta, e, ripresenta
la stessa domanda
all’infinito.
Grido -
ma ci sono cose piu’ importanti nella vita ?

Il Tuo regalo -
riflessione.
Perdono - ricordati...
anche l’Amazzonia e’ destinata
alla morte.
Pian piano
il crollo
assoluto
destino
sole, stelle
impigliati nelle alghe
divorati dalla natura
consumati
da immagini
chaimati vita.

Colori dell’alba
ricordano la tua anima.
Guardo oltre
sorrido
c’e’ gente la’ fuori
che vuole salvare l’Amazzonia.

***

Bei colori
Bella gente
Bellissime parole -
...
L’individualita’ non conosce parole.
E’ unica
E’ coraggiosa
Fa ’male’...
Cresce ali
Libera quel tantino di piu’
perche’
noi
siamo unici !

***

Pioggia

Ti meriti un premio -
Pioggia
Tu
presa per scontata
Tu
esorcista di spiriti malefici
energia nuova
umilmente
capovolgi
esistenze
senza fare percepire
il tuo potere.

Sei pericolosa -
Pioggia
non tutti ti comprendono.
Ricordo Cristine...
perche’ non hai potuto aspettare
ancora qualche giorno ?
Forse
la sua vita (su questa terra)
avrebbe continuata
invece di
tutti noi
ad accompagnare
il suo corpo.
Mai piu’ quel sorriso dolce
quella pazienza angelica
quella voglia di farci capire...
e noi
non eravamo riusciti
a percepire
il suo dolore
che dolore non era -
era troppo amore,
per chi l’aveva ferita.

***

Artisti creano
(oggetti, frasi, dipinti...)
Nell’intimita’ del nudo noi
gli artefici
assomiglianti a
fiumi
torrenti
laghi
mari -
passione
difficolta’
tranquillita’
profondita’
la luce oltre ogni luce
presenta ogni atto inaspettatamente
ci butta nella trama
osserva
la nostra evoluzione
nel cogliere l’attimo
assente di paure
liberatorio.

Quando non ci sei
mi ricordo le cose
che volevo dirti
mi sovviene un pensiero
che volevo dividere con te.
Vedo oltre le tue parole
e, nonostante le paure
ho fede
che la mia fede
crescera’.

***

Il fiorellino -
pieno di sole
sorride
verso Te.
Trasmette gioia
felicita’
e tanto amore.

***

*

Pyongyang

E bruci, bruci
fiamma innaturale
su una colonna di pietra -
ti devo subire
ogni volta che guardo
dalla mia finestra.
E bruci...

Ti devo subire
anche quando
durante le prime ore
del mattino
gli altoparlanti della città
se ne escono
con la propaganda.

Non mi hai ingannata
dal primo giorno.
Festa - chissà quale.
Danze, danze -
recitate, recitate.
Coreografia ’perfetta’...
La musica finisce
come zombie le migliaia
di ’ballerine/i’ si allontanano
senza emozione
senza sorriso
senza niente...
la piazza si svuota.

E la fiamma brucia...

*

The writing group

***

Parole, parole
ancora parole.
Suo turno, mio turno
il turno dell’altra...
Ci siamo ’sfogati’ -
e siamo stati ’bravi’
anche se
appesantiti da pasta e dolci
comunque
eravamo ispirati.

Tu sei cambiata -
Tu -
che mi eri antipatica
perche’ avevi ’sfasciato’
l’ultimo gruppetto
con la tua
prepotenza...
Adesso,
hai costituito questo
nella tua casetta
con vista da quadro
sul Colosseo.

’Ti sei innamorata ?!’
Ecco perché sei piu’ rilassata
più dolce...
ora...
e più simpatica.
Una gay simpatica sei diventata...
...l’amore...

Chiacchieri piu’ con me
che con le altre
anche se
sai
che alla fine
non ti sopportavo
qualche anno fa.

La tua malinconia
era
ed e
troppo
allora come adesso
perfino
per i miei gusti.
Ma scrivi bene -
questo lo ammetto.

L’unico consiglio che ho da darti...
lascia perdere un po’ il passato
si rifletto troppo nei tuoi scritti.
Ravvivili con pensieri del
ora
e
del futuro.
Esci da questo tunnel a marcia in dietro.

E quella chi è (?!)...
una vera poetessa -
con semplicita’
fa nascere forti emozioni
e riso -
e questo lo sa bene,
e con umilta’.

Alla fine siamo stati noi tre i piu’ ’ispirati’ -
Lei, la gay ed io.
Il resto era carino...
ma -
un po’ banale...

***

*

Nove giorni

Sono finiti (finalmente) -
A riposare nella dimensione della non-realta’
Dove possono essere cullati dalla memoria
Confortati da madre razionalità
Negli attimi che memoria e realtà si contraddicono

Un po’ di ordine nella vita!
Vai, vai, vai! Tante cose da fare, creare, cambiare, distruggere, sbagliare...
Calma.... -

Non-realtà, memoria, nostalgia, non-razionalità -
Rifugio santo dall’ordine nella vita.


***

Sorrido e godo ai tuoi lapsus freudiani -
Sorrido e rivivo -
Nella dimensione della non-realtà.

***

Davanti, accanto, intorno al guscio spirituale -
Angeli.
Parole - dette da Angeli,
Al momento giusto (o al momento meno aspettato).
Poi, il guscio si allontana -
Un po’ perplesso.

Gli Angeli osservano,
Dopo essersi servito del guscio.


***


Lottato per costruire -
L’angolo di felicità mi sorride
Lotto per non distruggere -
...cosa?

Distruggere per costruire -
L’angolo di spiritualità prende possesso di me.

***

Tu - che parli di abissi,
Grandi, recuperati, e sollevati
Tu - avvolto da rimorsi,
che evaporano le tue energie
Tu - che percorri il mondo,
e vai oltre
Tu - esorcista di paure,
con parole e presenza sfuggente.

Io - che esisto nella mia ombra,
Che vivo nell’alba
...la profondità spaventa - (anche me stessa)
Spazio, l’Universo, L’Ignoto...

Contenitori di paura.

***

Mi chiesero: ’Come ti poni?’
’Dipende’, dissi.
’Da cosa?’
’Da chi ho davanti a me’.


***


Dopo il ’silenzio’ (non della mente) della notte
La vita si materializza
Suoni estranie al silenzio della notte
Avvolgono materia.

Nuove melodie si innalzano,
preparando le lore energie
Per la ’lotta’ quotidiana.

***

L’ispirazione - come avviene?
S’impossessa all’improviso o esiste
Sin dall’inizio -
In attesa d’essere sollevata alla luce?

Ispirazione - si ’vive’ anche senza. (?!)
Ti senti ispirato di:
lavorare ?
sposarti ?
fare figli ?
freguentare corsi ?
chiudere una situazione ?
di...vivere ?

***

*

La scoperta dei due mondi

***

La scoperta dei due mondi -
se ne parla.
La scoperta dei due mondi -
tutta da scoprire.

Dai...per te stesso
soprattutto.
Do...per gli altri
prima d’ogni cosa.
Diamo per scoprire
ognuno a modo suo
ciò che già sappiamo
attraverso poesie.

Non e’ banale
anzi -
inutile...forse.

’Astratto’ percorso -
lungo
delizioso
doloroso.

*

Silenzio

***

Silenzio,
Presente, visibile.
Un mare di nuvole che nascondono
Regalando dubbi.

Urli, bisbigli, taci –
E’ uguale.
Non c’e’ bisogno ne’ di urla,
Ne’ di altro
A che cosa serve la percezione?

La paura -
Amica e nemica
Oltre ogni descrizione
E speranza
Oltre ogni passione –
Passata e futura
Oltre ogni ‘perché’ ed inizi e finisci delle giornate
Che scorrono
Verso il destino
Non accettando ragioni.

Silenzi
Insopportabili
Necessari.

***

L’ignoto, il mistero - innato,
sazia e porta alla fame -
a volte culmina in sofferenza.

Sofferenza si trasforma in determinazione -
timida...
’Prove’ (spirituali) si presentano,
portando conoscenza,
della rispettiva ’altezza’.

***

Che cosa c’è in eterno?
Fatto cose belle...molto belle...(?)
Svaniti - nella dimensione dei ricordi,
Lasciando il profumo della loro ’bellezza’.

Non mi pento (credo).

Qual è lo scopo...la meta?
Penso di sapere -
però non riesco a finire il ritratto.


***

Avoiding thoughts
Difficult to avoid
How can love be more painful
Than the pain of the past ?

Among vision of what was
Superficiality reigns.
May be the reason for its inferior pain.

Deep waters hide deeper secrets
Dying to explode to its surface
Knowledge of its impossibility
What does it matter anyway ?

Hide your fears from me
Or expose them.
Do as you wish
Change remains unchanged.

Yearning, forcing onto myself
Remaining to be seen -
So far hit empty shores.

God spoke to me this day
’Walk in faith’ - abandon yourself
No more pain - so be it.

***

Un bel pensiero per una poesia -
Devo scriverlo...
Mi metto a ballare,
Dimentico il pensiero.
Mi stupisce -
Non mi ritorna...
Dove si è cacciato?
Com’è possibile ?
Era cosi bello...

Pensieri a riposo
Per il risveglio al momento giusto (?).

***

*

Come ci siamo riusciti

*

Guardo dalla finestra
vedo
un tramonto senza sole
sento
emozioni senza spiegazione
percepisco
profondità nelle tue parole
profondità che sconvolge
ragione per la quale
di rado gusto la tua anima
attraverso le tue poesie.

Un nuovo freddo avvolge la casa
un nuovo ciclo prepara il suo potere
sfogandosi
sul corpo e sull’anima
trasformando spazio e tempo
in un luogo
che non ha ragione
di esistere.

Inutili - così inutili
queste banali corse
che ci rendono invisibili
assenti di dignità -
come ci siamo riusciti?
Come fanno gli altri?
Chi/cosa ci dà la forza di oltrepassare?

Ascolto, discuto, rido -
sto bene con te
sto bene con gli altri
ringrazio ogni giorno per la vita.

La solitudine
alimentata dalla compagnia
l’una senza l’altra non esistono.
E ancora mi chiedo:
Come ci siamo riusciti?
A salvarci da questo circo
da questo ciclo vizioso
che ci tenta senza pietà
senza cervello
senza anima.

Tutti abbiamo peccato (forse)
appartiene al passato
il peccato non trovera’ piu’
terra fertile.

*

*

Colui che mi ama

***

Colui che mi ama
non rattristera’ mai la mia anima
Colui che mi ama
regalera’ fuoco
Colui che mi ama
cantera’ le Tue lodi
Colui che mi ama
trasformerà in momenti di felicità
ogni grano di sabbia
dei deserti universali.

***

*

Camminando sul prato

Camminando sul prato
penso a Lui.
Camminando sul prato
penso ai tumulti nel mondo.

Camminando sul prato
colori di verde viola e giallo.
Camminando sul prato
profumi di primavera.

Camminando sul prato
dolore che avvolge
questa stupenda
giornata di sole.

Camminando sul prato
mi sento pesante
e assente.

Camminando sul prato
pieno di fiori, sole, luce
gente -
sento un vuoto.

*

Dormiamo qui stanotte

***

Dormiamo qui stanotte
(una notte qualsiasi d’una estate qualsiasi).
Chiama tua madre
digli di non preoccuparsi
di stare tranquilla
siamo in buone mani
in braccio a questa spiaggia
sulle sponde delle stelle
tutt’uno con l’universo.

Dormiamo qui stanotte
la sabbia come lenzuolo -
vi strofino i capelli
che differenza c’e’
tra essi e la sabbia?

Dormiamo qui stanotte
la ninnananna delle onde
ci regala
la giusta freguenza
lontano dalla mondanita’
lontano da inutile voglie di ’scoperte’
(almeno per stanotte).

Dormiamo qui stanotte
e poi -
chissa’?
Il tempo si potrebbe ’fermare’ -
oppure
non e’ mai esistito.

Tutto e’ possibile.

***

*

Gattina nera

***

Gattina nera
Occhi verdi
Pelo che brilla -
Sei bellissima !!

***

*

Sotto le stelle

***

Sotto le stelle
Endless in their sparkle
Haben wir uns verliebt
Sans raison.

Mais enfin,
Das Schicksal warted
Making life eventful
Come l’universo.

Oltre suoni che chiedono
Perceiving their passion
Wird jeder Tag voller Sonne -
Chaque jour!

***

*

Solo chi ama

***

ll paradiso non e’ lontano
La sua casa e’ il nostro cuore.


***

Sopra di me -
Cielo.
Davanti a me -
La citta’.
Intorno a me -
Anime.

Anime in cerca di qualcosa
(un paio di scarpe nuove, il braccialetto d’oro perso,
un lavoro, la fidanzata...ecc...ecc - e....
Amore.
(ma questo forse ancora non lo sanno).

Un ’battibecco’ qua, una rissa la’,
Una competizione piu’ avanti, un’arroganza dietro l’angolo,
Una guerra dappertutto, l’invidia che ci avvolge,
L’avarizia che ci consume,
La gelosia....(!)....-

Solo chi AMA, sopporta.

***

*

Ricordi d’un Agosto di tango

Quanti volti
Quante vite
Quanto amore
(per chi/cosa?)
Quanta ricerca
(di se stessi soprattutto).

Tante domande quante
le mille sfumature di ogni nota
di questa musica stregata.

Melodie che sostituiscono
pensieri quotidiani
ragionamenti mondani -
liberta’...
(se ti perdi veramente tra le note).

Balliamo in armonia
ogni tuo passo trova
risposta nel mio.
Poi rovini tutto -
cerchi di ’rimorchiare’,
ti dico che sono fidanzata
(per evitare il discorso)
ti offendi -
non balli piu’ con me
per molte notti.

Il tango
come gli occhi
sono lo specchio dell’anima.
Tango -
hai sedotto tipi strani stasera
alla tua festa danzante al mare.
Mi regali ballerini di ogni tipo
alcuni hanno ’paura’ perfino a me...

Divento tutt’uno con la loro malinconia
attraverso le tue note.
Un po’ perplessa
ringrazio, e sto ’volando’ verso il mio tavolo
mi chiedi un altro ballo -
accetto,
ma non ricordo molto di quei due passi...

Scambio d’energia tra due anime
e’ anche questo il tango
se non rispetti la mia energia
stai ballando solo
e per te stesso
non per me/con me.

Mi inviti alla tua festa
di ’Spaghetti Tango’ -
incuriosita, accetto.
Poi mi ’offendi’ -
’Mettiti qualcosa di piu’ vivace,
sembri un gufo sempre vestita di nero...’
Anche questo fa parte del tango...

In una notte di tango
puo’ succedere di tutto -
ben detto.
Tango -
imprevedibile,
al limite tra realta’ e -
realta’.

*

Superman

***

Superman
has never meant
much to my ears
or heart

if we were all that
super
man or woman
as the case may be
we would not
in my opinion
be here
on THIS
planet...

Evolving
spiritually and
otherwise
to become
superman/woman -
but not
here
not on this
planet.


Superman
reflections of what some would like to be
but not me -
i am realistic
and
when I look at you
light of my life
I do not search for
superman
in your eyes
your heart
your brain...
but for simply
- simplicity
- sincerity
- curiosity
- tenderness
- passion
- compassion...

and
find them
right there

next to your shortcomings...
which are many
which I accept
because
I know
that you
are
not
superman....

***