chiudi | stampa

Raccolta di poesie di Walter Maccari
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Come non si vive

Come non si vive

 

non si vive aspettando

ne' evitando il piacere

ne' scansando il dolore

si vive cercando

 

Non si vive causando malore

preferendo l'ignavia a scapito dell'amicizia

si vive preferendo la risata

a pianti di assoluto errore

suscitando rispetto e amore

 

Non si vive scimmiottando un ismo

ed avendo paura

si vive volando tra gli orrori del Mondo

sognando migliorie e progresso

 

come fosse uno spartito di garnde successo

 

Comincio così che mi rassicura sempre

la scanzione temporale

che mi riporta dalle nuvole alla terra


Sono sempre stato un po'..., pensando ad altro

i piani terreni spesso & voluntiers

me resamblano luoghi di intrattenimento materiale

e vantaggio o sfortuna che sia

non avere una famiglia

mi lascia andare nei miei pensieri altri


.. Per questo la Poesia

che ultimamente sento sempre più

come luogo della mente presente

trasporta il mio piano materiale

si osserva, ondeggia sulle peculiarità personali

e attende l'evolversi della mia propria intimità

.. Per questo motivo il corpo che è materiale e poetico

non è il mio sentire. Chi si occupa di questo linguaggio

del suo "toccare & ascoltare" senza alcuna bisogna

faccia la sua interpretatio della realtà apparente

Ma scrivo oggi tanto per dire pensieri soffocati

e allora...la Poesia che dice quanto sentiamo dentro e attorno

al punto che si mischiano le sensazioni interne

è del Poeta forse non solo del Pasquino di turno

 

Ma l'editto del regnante supremo

la ricetta del medico superno

l'acqua per la dissetante voglia

il fuoco del calore eterno

del Poeta come controversa canzone

è del suo dire

.. Chi tace sa, chi non dice parola

è muto nello sguardo

Chi mai contesta l'editto o la regola

non ha gesti nelle mani verso gli altri

 

Chi mai canta la canzone della propria libertà

non conosce il vento

Chi soggiace al silenzio

mai partecipa ai motti feroci dei contadini

agli scherzosi ritornelli degli operai

ai giochi delle donne ai salti dei fanciulli.

 

Così chiudo questa pagina domenicale di gesto

come il giorno chiude il suo peregrinare

tra le cose materiali del Mondo

sorridendo senza gaiezza

alle tentazioni interiori del sempre

 

Inviando accanto alle parole di spesso

il mio abbraccio colorato d'occasione.

 

*

Da un osservatorio romano

.

Mentre saliva faticosamente
cercando di giungere in cima

Si ricord˛ stupito
di ci˛ che portava:

Era una croce
una stupida croce
.

*

Per strada

Poesia poesia
maledetta onda
che modifica le cose

Poesia ruzzolona
spinta dal vento nelle valli
e la menzogna ecologica

Poesia poesia
come New york new York
Distretto metropolitano
poesia di sesso
Romantica poesia

Poesia con un orecchino di pelle
esplosione di timbro e ritmi musicali
Poesia rock
Una disperata dose quotidiana
esaltante contemplazione
Koan mattutino

Poesia la notte di una veglia
si sente scoreggiare un ode travagliata
alle speranze del giorno
le rinunce, il Fare

Poesia movimento
movimentata poesia
...di attese, sorride alla folla
Poesia che strappa da sola gli applausi
Poesia indiana

Poesia innovatrice
di scoperte e durezze
Poesia distrazione
Poesia d'occasione
Poesia di presenza, s'innalza
sorride sorniona
Ŕ un gatto che cammina sul muro
lo attraversa
Poesia lo immagina altrove

Poesia americana
Majakowskj poesia
atomica densitÓ fluttuante
tra solidi significati
& liquidi tentativi

Conduzione elettrica di messaggio
ascolto di occhi
Poesia che guarda i visi, orecchiuta
cerca e trova lo spunto

Poesia di confronto
Poesia fatta da ingenui
Poesia di non violenti
, fortuna di passaggi per strada
e sacco a pelo fruscianti

Una generazione di poeti raminga per il mondo

Poesia wow!
Poesia contadina
anarchica e pazza

Poesia che scoppia
Poesia poesia
che smaschera
Poesia che scende in piazza

Poesia Howl!
Poesia momento
guidi il pensiero
la mano, il gesto

Poesia di voglie
cittadina del mondo
.

*

E’ solo un momento


L'aria trasuda stanchezza
e risvolti di vuoto che avanza
. Quasi fosse l'attesa linimento
e il presente un cerotto scaduto

. Conosco questa melodia
che avvolge innocente a sconforto
, tutti i gesti che cercano
una identificazione precisa

. Ci riesce bene, quando il dolore
Ŕ diventato compagno di verso

. Pare si camuffi per non essere
ancor pi¨ dolente
, e invece tutto ci˛ che fa
Ŕ come rigirar nella piaga
, suo scorno di assidua presenza

. E' solo un momento della vita
spesso riduce a brandelli
, certezze e sensi

. Fin quando una veritÓ rivelata
fatta di minuta essenza quotidiana
ci sorride vitale, con gli occhi fanciulli
come a dirci: son qua da sempre
non scordare

. E ricominciano i gesti importanti
.