chiudi | stampa

Raccolta di poesie di Rosa Riggio
[ LaRecherche.it ]

I testi sono riportati a partire dall'ultimo pubblicato e mantengono la formatazione proposta dall'autore.

*

Non ascoltare pił le voci che non sanno

Non ascoltare più le voci che non sanno

del tuo luogo chiuso. Finisce un tempo

ed un altro tempo viene. Ciò che si è perso

torna, ancora. Nella bilancia pesa

tutto da una parte il suo colore nero:

come un sasso preme

sulla superficie lieve

di questo niente breve. 

 

*

Sei rimasto in un altro

Sei rimasto in un altro 

giardino, un dissimile luogo

tra noi di smemorate presenze

 

e mi guardi da quella muta

distanza, laconico istante,

cuore di inesorabile grazia,

 

mia ferita.

*

Sono andata e ritornata

Sono andata e ritornata

senza aver fatto mio nulla.

Non c'è possesso né altro

nel fondo che ho percepito

in quel centro obliquo

in cui l’essere passa furtivo

nascondendosi ancora

distante presenza

anima, forse.