Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia Arte e Scienza: quale rapporto? (invia il tuo contributo entro il 15 gennaio 2020) Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 75 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jan 17 04:33:10 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Incompetenze professionali

Argomento: Esperienze di vita

di Fabiana.Scapola
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 13/11/2019 10:59:39

 

Incompetenze professionali

Incompetenze professionali e non solo strafalcioni

 

Incompetenze professionali. Se ho un risentimento è con chi non è ciò che dice di essere e con chi non compie correttamente ciò che la sua professione richiede. Assenza di professionalità. Per altre professioni il problema è il dichiarare easily il falso.

Viviamo in uno strano mondo, si accusano i falsi del cartellino quelli che prendono pensioni illegittime, i non vedenti che guidano, i paralitici che vanno in vacanza "a piedi", i malati che non vanno in servizio perchè sani e bisognosi di settimane bianche...

bene ma i certificati chi li fa? Quelli non compaiono mai!

..e se sono così abituati, se la prassi è così diffusa perchè non è stata mai fermata? I dipendenti pubblici se non  erro sono anche al Governo.

Quindi con questa categoria uno se la può prendere perchè in molti certificano il falso e sono informazioni che ci raggiungono attraverso il tg. Indimenticabile la pensione al cieco che guidando era andato a fare spesa qualche lustro fa. Più frequenti la prassi delle settimane bianche... e poi fanno i severi con i realmenti bisognosi, chi non può realmente recarsi a visita per il rinnovo a scadenza..

Poi con altre classi me la prendo personalmente per la frettolosità e l'assenza di professionalità nel formulare "diagnosi". Mi sono imbattuta personalmente in "assunti" sulla mia persona senza minimo fondamento diagnostico e quando poi test e analisi sono seguite minimo minimo era puntualmente il contrario, più all'opposto non si poteva. Alcuni hanno fatto analisi con fonti, per sentito dire, vecchie vent'anni. Altri solo per risentimento. Questa mattina pensavo a quanto mi abbia spinto ancora indietro nella relazionalità questo fatto: il dire che io "mi incollavo alla gente" ci ho pensato sentendo una canzone dell'Atzei che nell'album "Il bianco e il nero" afferma più o meno "da me non sfuggirai-non te ne vai" che è un pò il contrario..

Mi viene in mente che la sua canzone "Ora esisti solo tu" presentata a San Remo è l'unica che nell'album non si è trovata (può essere uno dei quei punti di realtà messo lì per sparire...) ma questo non è un problema potrebbero rifare il Cd inserendo anche quella canzone.

Tanto ciò che conta è lo spunto di riflessione oggi offerto da quella frase.

Solo una persona pronta, decisa a non lasciarmi andar via può trattenermi ora che affettivamente mi sono staccata da ogni reciprocità di legame intimo e profondo.

Cristianamente dicono che sia la via della perfezione, solitudine vera beatitudine (pensiamo agli eremiti), Santa Teresa dice Dio solo basta, oppure il motto non appoggiarti ad un uomo - muore; non ad un albero - secca; non ad un muro - crolla; Dio solo Dio sempre Dio resta. Fa eco la maledizione biblica: maledetto l'uomo che confida nell'altro uomo e pone nella carne il suo sostegno..sarà come un tamerisco nella steppa... etc..

Diciamo che fra la delusione umana, la stronzaggine delle persone e la via cristiana questa autonomia individuale la trovo discretamente comoda: socievolezza non legame.

Ma quelli con cui veramente me la prendo sono i sacerdoti di ogni ordine e grado. Pensano sendo gli uomini e non secondo Dio. Hanno criteri umani e non divini. Hanno il pensiero dell'uomo e non quello di Dio.

Perchè vogliono fare gli psicologi, i consulenti, gli educatori e quant'altro invece di fare i sacerdoti: ministri del Sacro.

Non comunicano la vita di Dio, non amministano se non di rado il sacramento (credibile nell'eucarestia in cui la materia non ha coscienza propria).

Esso nella quasi totalità dei casi risulta nel matrimonio "nullo ab origine" per non parlare dei battesimi per i quali secondo me vale la stessa nullità. Se fossero amministrati sarebbero la cosa più bella del mondo....così è tradimento alla loro stessa identità: discredito alla chiesa.

Loro non ci rendono partecipi della natura divina ED E' LA SOLA COSA CHE GLI SPETTEREBBE il resto non è di loro competenza.

Vogliono occuparsi delle cose del mondo senza darci quelle di Dio.

Non sono, non fanno i sacerdoti.

Queste le tre categorie che più mi hanno deluso per i suddetti motivi che tanto dai governanti non mi aspettavo già nulla...per me tragico il PD di renziana memoria e il tradimento dei cinque stelle alle aspettative della gente SECONDO ME.

Le altre professioni neanche lo sono nella sostanza che per aprire un'attività....basta un SAB....

 

F. Scapola 

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Fabiana.Scapola, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Fabiana.Scapola, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Esperienze di vita ] Il linguaggio e la parola (la regressione belliana) (Pubblicato il 28/11/2019 09:17:58 - visite: 63) »

:: [ Esperienze di vita ] Ma che senso ha? (Pubblicato il 15/11/2019 10:45:10 - visite: 72) »

:: [ Esperienze di vita ] Mai in faccia ti parlano (Pubblicato il 13/11/2019 09:24:21 - visite: 50) »

:: [ Esperienze di vita ] Vai più a fondo non fermarti alla banalità della superficie (Pubblicato il 09/11/2019 07:16:16 - visite: 90) »

:: [ Esperienze di vita ] Studiare anche con pochi soldi (Pubblicato il 20/10/2019 06:29:00 - visite: 72) »

:: [ Esperienze di vita ] I giorni come tasselli di un puzzle (Pubblicato il 19/10/2019 19:18:46 - visite: 69) »

:: [ Filosofia/Scienza ] sviluppo dello studio linguistico (Pubblicato il 08/10/2019 13:41:07 - visite: 191) »

:: [ Filosofia/Scienza ] PDF_Impariamo a sviluppare un pensiero creativo (Pubblicato il 06/10/2019 11:29:53 - visite: 70) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Impariamo a sviluppare un pensiero creativo (Pubblicato il 06/10/2019 11:02:09 - visite: 58) »

:: [ Filosofia/Scienza ] Zipf considerazioni sul suo approccio al linguaggio (Pubblicato il 23/09/2019 05:15:34 - visite: 102) »