Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 33 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Aug 4 10:58:49 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

L’intelligenza

Argomento: Letteratura

di Francesca Ambrosino
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 16/07/2020 11:27:56

Che cos'è l'intelligenza?
Molti confondono l'intelligenza con la cultura ma, tra "sapere" ed essere intelligenti non c'è un rapporto stretto.
L'intelligenza è la facoltà che ha permesso all'essere umano di non soccombere, pur essendo gracile, rispetto ad altre specie animali.
Essa, quindi, è la capacità di "adattarsi" sia all'ambiente che alle situazioni, spogliandosi di schemi di pensiero vecchi che non sono più utili.
È, quindi, in stretto rapporto con la capacità di imparare.
L'intelligenza è adattiva.
La persona intelligente, di conseguenza, è la persona che non conserva schemi di comportamento ma li ri-adatta alle diverse situazioni.
Non teme i cambiamenti ed è solitamente ottimista, perché ha sperimentato di potersela cavare in varie circostanze.
È pronta a rivedere le proprie posizioni facilmente, perché non si "attacca" a nessuna idea in modo definitivo. La persona intelligente esplora la realtà e si mette spesso in gioco poiché si "diverte" a mettersi alla prova.
Cambia strategie quando si accorge che esse non danno i risultati sperati, non è, quindi, ostinata.
Vive la vita sempre come una novità.
Non ha una memoria prodigiosa.
La persona intelligente "dimentica" molto, poiché per apprendere deve poter fare spazio.
Ovviamente quanto sostenuto non è assoluto.
Variano i livelli.
Provate però a fare attenzione, quando vi trovate in compagnia di una persona.
Notate, ad esempio, come si comporta in un ambiente per lui/lei "nuovo".
Vi accorgerete, che avrà un'aria concentrata all'inizio e rilassata poco dopo.
Ciò perché essa non entra in un posto nuovo come se entrasse in uno conosciuto
Entra in un ambiente nuovo e ne studia le caratteristiche.
La sua mente sta effettuando un'operazione di adattamento.
La persona intelligente sa che non c'è nulla di statico ma che l'essenza della vita è il cambiamento
Fram

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Francesca Ambrosino, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.