Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray [invito a partecipare]
LaRecherche.it sostiene "la via immortale", da un’idea di Lello Agretti
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VI Edizione 2020
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Articoli
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1061 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jul 6 18:12:43 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Bosio e l’impero della filibusta

Argomento: Avventura

di Giuseppe Paolo Mazzarello
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti gli articoli dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 19/04/2011 23:49:19

Nell’immagine: a destra, affresco di Bartolomeo Arecco sulla facciata della Chiesa Parrocchiale di Bosio

Megan ci piacque moltissimo in ‘Pale Rider’, dove tentava di dare colore all’incarnato del Preacher. Quando lui s’allontanava a cavallo, spaventato dall’amore con una ragazza tanto giovane, lei gli gridava dietro: ‘Così, tu non perdi solo me, ma anche tutto il nostro mondo’. Non bisogna abbandonare la nostra storia e i rimedi alla paura esistono. Era il quarto giorno a seguire le Idi di Aprile.
Caio Gracco era stato soldato: nobile, lo era da sempre e non aveva mai smesso di esserlo. Aveva deciso di estendere la ‘nobiltà’ a chi non la possedeva. Il mezzo prescelto fu quello di avviare a quella proprietà chi non possedeva la terra. Terra da coltivare e,in definitiva, da amare. La sua riforma agraria prevedeva che il favorito neo proprietario sviluppasse anche la personalità. Al sostegno di una classe di volonterosi, a Roma repubblicana ce n’era un numero sorprendentemente alto, si contrappose l’ostilità di una joint venture. Quella tra ottimati cacciatori e sottoproletari facinorosi: per tutti questi, il valore della terra non contava nulla. Essa doveva essere brutalmente percorsa: sia all’inseguimento di una preda, sia per una scorribanda di ladroni. Appena oltre il confine tra Bosio e il paese viciniore a occidente, Romano aveva avuto un’ispirazione analoga a quella del più grande Tribuno della storia.
Uno dei figli di Romano, Paolo, aveva letto i romanzi d’avventura di Stone. Più che quello della Liguria, i suoi ‘eroi’ solcavano il golfo del Messico: ma erano filibustieri. Quella genìa era in possesso delle lettere di marca, specie di permessi che il monarca di una lontana nazione concedeva ai guerrieri da corsa. Il nemico era rappresentato dal monarca di una nazione altrettanto lontana e indifferente. Le regole del conflitto erano incerte quanto le identità dei contendenti.
I cognomi di oggi discendono dai nomi di ieri. Prendiamo: Mazarelo da Cuzzano e Cangrande della Scala. Non è difficile individuare tale origine in due cognomi appartenenti a personaggi di questa nostra saga di Bosio. L’Olonnaise non fu un tipo tenero ma non aveva conosciuto l’amore, oppure ne aveva uno molto antico. Yanez conobbe una graziosa Malese e fu una scossa: egli poté impiantare casa e progetto.
Come Paolo, Lorenzo ha un impero domestico. Gli astanti sono riconosciuti. Gli amici sono ritrovati, come accaduto quattro giorni prima. Paolo ha compreso che la sua Olonne è irrimediabilmente perduta. Non resta che l’esplorazione del seno Messicano. Tuttavia, il percorso si è fatto più agevole. Per dirla con Dickens: ‘I saw no shadow of another parting from her (Great Expectations, ch.59) – Non vidi nessuna ombra di un’altra separazione da lei’.
Corrado aveva reso possibile l’emendamento a Fedor Karamazov. Si era risaputo quanto per cui egli aveva vissuto. ‘Then, fall Cesar – Allora, cadi Cesare’ (Sh). Cesare può ritirarsi in buona pace perché qualcuno resta. Il bambino resta vivo: non c’è da tributargli l’orazione funebre, così come fa Alioscia Karamazov alla fine del suo romanzo. Il giovinetto Pietro incarna la salvezza, celebrata da Padre Quinto due giorni prima. Oggi siamo a due giorni dalla Domenica delle Palme e aspettiamo Pasqua.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giuseppe Paolo Mazzarello, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giuseppe Paolo Mazzarello, nella sezione Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Psicologia ] La terza donna (Pubblicato il 19/05/2020 23:32:33 - visite: 70) »

:: [ Politici ] Breve notizia su Boris Johnson (Pubblicato il 12/11/2019 20:24:02 - visite: 157) »

:: [ Cinema ] Quel treno di ’Mezzogiorno di fuoco’ (Pubblicato il 29/04/2019 20:23:05 - visite: 163) »

:: [ Musica ] Viva il treno per Yuma! (Pubblicato il 19/03/2019 21:13:48 - visite: 301) »

:: [ Scuola ] E-mail alla Terza D (Pubblicato il 18/03/2014 18:45:23 - visite: 1114) »

:: [ Società ] Uma Igreja Argentina - It. (Pubblicato il 24/03/2013 20:09:39 - visite: 919) »

:: [ Storia ] Confederate Soldiers (Pubblicato il 09/06/2011 01:39:23 - visite: 1256) »

:: [ Avventura ] Lorenzo de Bosio (Pubblicato il 17/04/2011 22:27:01 - visite: 1258) »

:: [ Società ] ’Beau Geste’ a la Trinité (Pubblicato il 21/03/2011 20:55:39 - visite: 1385) »

:: [ Società ] A Gressoney (Pubblicato il 07/03/2011 22:11:34 - visite: 1360) »