Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 844 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Aug 6 07:17:27 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Torta di vita

di Franca Dusca Petacchi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 03/01/2012 11:45:43

Volevo fare un regalo speciale a tutti Voi, così ho pensatodi darvi la ricetta di una torta che potrete, anzi, dovrete mangiare tuttol’anno, a qualsiasi ora ed in abbondanza, tanto non ingrassa :

 

Ingredienti : Pazienza, buon senso, senso comune delle cose,trasgressione ed amore

                    Forza e dolcezza

                    Costanza, ironia e coraggio

                    Generosità, piacere e follia

                    Amicizia, creatività e fantasia

                    Sogni e progetti con serenità ed allegria

                    Curiosità e capacità di stupirsi

Preparazione

 

Per l’impastoutilizzate una dose abbondante di pazienza e buon senso, aggiungendo sensocomune delle cose quanto basta con un pizzico di trasgressione, amalgamare contanto, tanto, tantissimo amore. Sarà lui a far lievitare l’impasto rendendolosoffice e morbido. Lasciate riposare per un’ora dopo aver amalgamato condolcezza tutti gli ingredienti

 

Procedere con lapreparazione della prima crema che sarà spalmata senza lesinare, sul primo,terzo e quinto strato di pasta che abbiamo lasciato a lievitare:

mescolaredolcemente generosità e piacere mettendoli a cuocere a fuoco lento aggiungendoun pizzico di follia, facendo molta attenzione a non far impazzire la crema.

 

Riprendere la pastache avete lasciato a lievitare e spianatela con forza usando il mattarello perstenderla, preparate dei dischi lisci che bucherete al centro producendo unforo di circa 5 cm e lasciate riposare per un’altra ora.

 

Preparate intantola seconda crema a base di costanza, abbondante ironia e tanto coraggio, fatelacuocere al fuoco della passione senza bruciarla. Questa crema è destinata alsecondo, quarto e sesto strato. Procedete quindi  a formare gli strati come già illustrato, magari ascoltateuna buona musica , ora lenta ora incalzante così che vi sia di aiutospronandovi o rilassandovi a seconda delle necessità culinarie e… non solo…

A questo punto, atemperatura ambiente, amalgamate con cura amicizia e creatività aggiungendo unabuona dose di fantasia. L’impasto deve essere morbido e dilagante così che,messo al centro dei dischi sovrapposti stratificati con le creme nell’ordinegià dato, si spanderà lentamente avvolgendo e penetrando tutti gli ingredientiprofumandoli e rendendoli più amabili. La crema, quasi liquida, a base diamicizia creatività e fantasia, si fonderà con tutti gli ingredienti se sapretedosare bene il tempo e le cure necessarie.

 

A questo punto nonvi resta che guarnire la torta con riccioli di sogni e progetti, possibilmente colorati e pieni di uningrediente non facilmente reperibile, ma buonissimo: la gioia. Spolverate iltutto con abbondante serenità e cospargete di allegria a pioggia, eccedete pureperché non ci sono effetti collaterali.

 

Servite freddo comela vendetta (a piacere potrete aggiungere ingredienti di vostro gradimento e distagione, quella della vita che state vivendo, badando sempre a non farimpazzire gli impasti e le creme).

Accompagnate latorta con il liquore della curiosità distillato con la capacità disorprendersi: siate abbondanti con le dosi perchè la sana curiosità e lacapacità di sorprendersi sono il sale della vita !!! Auguri di cuore e che lafortuna sia con Voi .


Dusca


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Franca Dusca Petacchi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Franca Dusca Petacchi, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Lettera di una madre / lettera d’amore (Pubblicato il 06/08/2009 10:18:55 - visite: 2044) »