Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 224 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Nov 17 18:29:02 UTC+0100 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La rivolta delle scarpe

di Mariangela Nonanta
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/09/2017 08:49:56

C'erano una volta in un negozio di abbigliamento, sito in un grande supermercato, alle porte della città, delle bellissime scarpe di ogni tipo, da quella elegante a quella sportiva.

Dato che i prezzi erano economici, ridotti ad un terzo di quelli normali, la gente era numerosa e ciascuno di loro era alla caccia dell'affare.

Le calzature, dopo, un po', si stufarono di essere provate e sfilate da piedi maleodoranti e sudati e decisero di scendere dagli scaffali, dove erano posti a far bella mostra di sè.

Un paio di scarponi , numero quarantacinque, da montagna, di vero pellame, iniziarono a correre dietro ad un tipaccio che sembrava un armadio, alto; con in bocca un sigaro puzzolente.

Le scarpe si aprirono nella tomaia ed una bocca con un sorriso smagliante, iniziò a sputacchiargli dietro, prendendendolo in giro, con dei bei calcioni nel deretano; ogni volta che stremato per la fatica della corsa, si fermava, sentiva una vocina dire:"Adesso , siamo noi che ti facciamo pedalare!".

Il signore sperava che questa brutta faccenda, si squagliasse come neve al sole, infatti quando giunse il tramonto, le calzature tornarono al loro posto.

Un paio di ballerine rosa di vernice, adocchiate da una signorina perbene, con due bellissime trecce ed un po' di puzza sotto il naso, cominciarono a battersi l'una contro l'altra; picchiettando le due suole, ne usciva un rumore assordante e cantavano :"Bella ragazzina , Matildina, adesso noi ti sbeffeggiamo così, spirulì, spirulà, una bella festa si farà! Noi scarpette ballerine, indosseremo un bel tutù blu e voleremo su e giù.Tu proverai ad acchiapparci e brutta e grassa diventerai, finchè imparerai un po' di umiltà!!!!.".

In seguito stivaloni verdi, alla cavallerizza , furono calzati da una donna robusta ed in viso rubizza che mangiava una bella pizza.

Con le mani unte li sporcò ed all'improvviso ricevette da due ditate, uno sberlone dallo stivalone maschio, che tirò fuori due braccia muscolose, da vero fustino, infatti si chiamava Tonino.

La calzatura femmina, nella parte anteriore aveva una fessura profonda, una boccaccia, da cui usciva ogni tipo di parolaccia, una vera tortura!.

La signora, proprio perchè pareva ad una strega, ad una maga, aveva nome Vaga e voleva a tutti i costi i suoi piedoni numero quaranta , infilarli negli stivali numero trentasei.Quando incominciò ad introdurre il grasso pollicione, lo stivale femmina, entrò in azione e lo morsicò così forte  che la madama assestò un urlo da far tremare le mura del negozio.

Allorchè saremo trattate bene, smetteremo di scioperare, dichiararono tutte insieme le calzature!. I padroni del punto vendita presero all'unanimità la decisione di trattarle con guanti di velluto e la situazione  si risolse in breve tempo!.

 

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Mariangela Nonanta, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Mariangela Nonanta, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Nebbia (Pubblicato il 15/09/2017 08:52:28 - visite: 359) »

:: Lo sciopero del tempo (Pubblicato il 11/09/2017 08:31:57 - visite: 265) »

:: Tonino il depliant bambino (Pubblicato il 08/05/2017 08:08:53 - visite: 368) »

:: Il cellulare Peperone (Pubblicato il 20/04/2017 14:55:59 - visite: 317) »

:: Migliasso,l’uomo grasso (Pubblicato il 02/03/2016 09:40:51 - visite: 586) »

:: Ronaldino il pesciolino testo per bambini (Pubblicato il 23/02/2016 15:10:04 - visite: 656) »

:: Cleopatra testo per bambini (Pubblicato il 18/02/2016 16:01:59 - visite: 717) »