:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 72 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jan 23 19:14:42 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il richiamo

di Teresa Cassani
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 29/10/2021 18:06:36

IL RICHIAMO

Mi alzo un po’ stordita. Il tinnito continua a permearmi l’interno della testa. Il medico mi ha sottoposto alla manovra per riposizionare gli otoliti.
-Mi raccomando, non dorma sul fianco sinistro e intanto segua questa cura.
Mi sento un po’ meglio nel complesso, ma devo evitare i movimenti bruschi del capo.
Intanto soppeso la mia realtà: mia madre mi chiamerà a breve per qualche bisogno. Mi attende una trafila di spostamenti, tramite mezzi, che comporterà qualche gesto scomposto e questo mi rende leggermente ansiosa. Inoltre, penso con disappunto che la casa editrice cui ho inviato il mio manoscritto non dà risposta. Come al solito, rinnovo la convinzione che l’abilità narrativa di altri è senz’ombra di dubbio superiore alla mia.
Ma, in realtà, ciò che mi amareggia di più è il silenzio delle persone che conosco.
Pensavo che scrivere di qualcosa fosse un modo per favorire i contatti, ma devo constatare che gli altri non raccolgono le mie sollecitazioni. Ammutoliscono senza che io capisca se la causa è imputabile all’assenza di gradimento, o all’assenza di interesse. Forse entrambe le cose.
Fatto sta che i giorni scorrono uguali e senza visite e infine accade che l’unico momento capace di suggellare un incontro diventa l’annuncio di un funerale.
La vita di qualche genitore nella cerchia delle amicizie giunge a compimento e ciò rappresenta l’unico stimolo che fa uscire le sagome dalla nebbia del Bisenzio, rendendole persone proiettate per qualche ora nella luce del giorno.
La morte con la sua definitività, con la sua cesura irreversibile, è l’unico sprone per riattivare la vita, per ritrovare quel senso di appartenenza, di testimonianza e di riconoscimento che ne sono espressione.
La morte costituisce il richiamo più forte, il richiamo insostituibile alla presa di coscienza.
E allora quei passi lungo le navate, quegli scalpiccii sul sagrato carichi di scosse e turbamenti, quella processione mesta, quelle mani strette, pur nella loro insopportabile malinconia, assumono un valore salvifico tale da stimolare la profondità del desiderio.

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Teresa Cassani, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Teresa Cassani, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Dono (Pubblicato il 08/01/2022 10:44:32 - visite: 69) »

:: Baba (Pubblicato il 03/01/2022 20:19:24 - visite: 52) »

:: Breccia (Pubblicato il 28/12/2021 15:29:28 - visite: 69) »

:: Oscurità (Pubblicato il 24/12/2021 18:40:57 - visite: 83) »

:: Il passaggio (Pubblicato il 21/11/2021 09:52:45 - visite: 133) »

:: Cesare e Italo (Pubblicato il 14/11/2021 17:58:49 - visite: 131) »

:: Lo smacco (Pubblicato il 03/11/2021 13:51:16 - visite: 64) »

:: Lampi (Pubblicato il 02/11/2021 17:30:24 - visite: 61) »

:: Solitudine (Pubblicato il 18/10/2021 08:59:11 - visite: 258) »

:: Insicurezze (Pubblicato il 05/10/2021 16:28:36 - visite: 86) »