:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 60 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 3 18:21:45 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Tamerisco VII parte seconda

di Salvatore Solinas
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 11/05/2022 08:50:31

 

 

VII

 

Una telefonata da panico




L’estate era esplosa in tutta la sua violenza. Il calore si era fatto insopportabile, sia di giorno che di notte. A parte la biblioteca, in cui la temperatura era tenuta sotto controllo da numerosi deumidificatori, gli unici momenti di refrigerio erano quelli che passavamo nel nostro albergo di periferia. 

Accadde un pomeriggio che squillasse il telefono della stanza, risuonò del tutto inaspettato gelandomi il sangue, nessuno infatti era a conoscenza dei nostri incontri in quel luogo. Quando risposi, l’usciere mi comunicò che era in linea il signor Coito che voleva parlare con la signorina Adelina. Quando Adelina prese in mano la cornetta la linea cadde. Rimanemmo immobili per parecchi minuti, in attesa, fissando il telefono. Poi guardandoci negli occhi ci ponemmo la stessa domanda: come poteva sapere Coito che eravamo in quel posto? Il telefono rimase muto. La via del ritorno, che facemmo a piedi e non come solitamente in autobus.  fu una specie di pellegrinaggio dove alla preghiera si sostituiva il ragionamento interiore, il dubbio, le mille ipotesi più o meno sbagliate con cui cercavamo di dare una ragione a quella telefonata. Io supponevo che Coito si interessasse a noi per conto dei Cabrini. Non escludevo che Mario fosse innamorato di Susanna e avendomi visto davanti alla porta della lavanderia dove lei lavorava, pensasse che noi sapessimo dove si era nascosta. Coito ci aveva seguiti e  voleva accertarsi che fossimo noi soli nell’albergo.

“Possibile che tutti s’innamorino di quella Giunone in abito nero?” Diceva Adelina, forse con una punta di gelosia che non mi dispiaceva.

“Io credo che tra Susanna e i Cabrini ci siano degli affari loschi. Quando è venuta a trovarti, quella volta che siete andati al mare, magari ha nascosto qualche cosa nel tuo appartamento, senza dirti nulla. Qualche cosa che appartiene ai Cabrini. Così si spiegherebbe la visita dei ladri. Cercavano qualcosa per conto dei Cabrini, te lo dico io. E uno di loro potrebbe essere quel viscido di Coito. A me sembrava tutto incredibile, tuttavia dovevo ammettere che il suo ragionamento aveva un fondo di verità, alla luce di quello che aveva detto Mario in casa di Luigi.

Passammo per un tratto di strada sterrata che era completamente al buio.

Fu allora che ebbi la sensazione che qualcuno ci stesse osservando.

Ebbi un brivido e Adelina mi domandò perché stessi tremando.

Risposi che forse avevo un po’ di febbre.

“Ti sei preso l’influenza perché non stai mai attento alle correnti d’aria”.

In verità mi era venuto un attacco di panico.

Fino a che mi accadeva di sentirmi osservato in pieno giorno oppure di notte ma in una strada di città ben illuminata e frequentata da passanti non avevo altro che una sensazione di fastidio. Essere osservato da una presenza invisibile in una strada buia e deserta di periferia aveva scatenato dentro di me una specie di sommovimento tellurico che a stento ero riuscito a controllare. Avrei voluto mettermi a correre. Mi trattenni accelerando il passo. Adelina si fece trascinare protestando: “Che ti prende, hai voglia di correre, non sei malato, perché tanta fretta?”

Quando raggiungemmo viale S. Giorgio, un viale che costeggiava il fiume, bene illuminato anche se frequentato abitualmente dalle prostitute e dai loro clienti, l’abbracciai stringendola forte. “Sei impazzito, non è che ti è tornata la voglia di fare l’amore?”

Adelina era sempre disposta a fare l’amore, anche appoggiati al parapetto del lungofiume, incurante del sopraggiungere di altre persone.

 

 

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Solinas, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Solinas, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Tamerisco XIV parte seconda (Pubblicato il 27/06/2022 17:13:09 - visite: 32) »

:: Tamerisco XIII parte seconda (Pubblicato il 23/06/2022 18:23:12 - visite: 25) »

:: Tamerisco XII parte seconda (Pubblicato il 20/06/2022 17:17:28 - visite: 21) »

:: Tamerisco XI parte seconda (Pubblicato il 12/06/2022 16:44:16 - visite: 28) »

:: Tamerisco X seconda parte (Pubblicato il 27/05/2022 16:20:03 - visite: 36) »

:: Tamerisco IX seconda parte (Pubblicato il 21/05/2022 17:32:21 - visite: 38) »

:: Tamerisco VIII parte seconda (Pubblicato il 11/05/2022 11:25:14 - visite: 48) »

:: Tamerisco VI seconda parte (Pubblicato il 26/04/2022 16:51:11 - visite: 94) »

:: Tamerisco V parte seconda (Pubblicato il 18/04/2022 07:59:50 - visite: 59) »

:: Tamerisco IV parte seconda (Pubblicato il 25/03/2022 07:10:41 - visite: 116) »