:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Prosa/Narrativa
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 158 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Jun 24 21:03:15 UTC+0200 2024
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Fra la scrittura e la vita

di Livia
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutti i testi in prosa dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 08/02/2024 01:10:46

 

Poi ci sei tu – (fra la scrittura e la vita)

 

C'è un momento che sembra quasi perfetto, assolutamente inafferrabile.
C'è il silenzio avvolgente delle parole che entrano morbide o asciutte per depositarsi nell'emozione, nella coscienza,  una piazza di voci che vuole uscire dalle frasi, dai capoversi nel proprio diritto di autoaffermazione, personaggi che ti prendono per mano o ti scuotono quasi volessero inchiodare la tua attenzione sul loro piano esistenzialista di -essere creati- quasi non volessero staccarsi mai dalle tue pupille.

Poi ci sei tu, 
fra la scrittura e la vita ci sei tu.
Tu, che nei libri hai provato ad arrivare ai confini del mondo attraversando epoche antiche o aliene, ottocentesche e futuristiche,  tu che hai percorso infinità di chilometri a piedi, restando perfettamente immobile. Hai provato la vertigine di un viaggio in Transiberiana o in una baleniera nei mari del nord, sempre tu, che, come l'esploratore, hai guardato in faccia le ferite e i sorrisi degli eroi e dei fasulli, della gente perbene e dei corrotti. Della gente. Lì dove tutto è reale e i personaggi sbiadendo diventano persone. Li hai guardati negli occhi, presenti e assenti, conosci le loro mani, sei in grado di comprendere. Semplicemente. Bugìe e verità.


Perché ci perdiamo nei loro viaggi al centro delle cose? 

Io non lo so, non ho risposte né per me, né per te.
Hai imparato, lungo le vie della conoscenza, ad amare le parole persino quelle ostili, a distinguere realtà e surrealtà. Hai imparato a leggere là dove l'invisibile scrive sotto riga, ove tutto è evidente ed ogni senso diventa un tuo senso. Hai imparato a scrivere come fosse il primo giorno, mettendo esattamente la realtà dentro l’immaginazione. Chi potrà mai capirlo?

Anche se non ci sarò, io ti seguo da sempre e per sempre.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 2 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Livia, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Livia, nella sezione Narrativa, ha pubblicato anche:

:: Itinerari (Pubblicato il 24/06/2024 15:16:52 - visite: 16) »

:: Ciao, Cesare (Pubblicato il 16/06/2024 13:48:14 - visite: 64) »

:: La donna degli astragali (Pubblicato il 10/06/2024 12:17:39 - visite: 51) »

:: Azzurro funebre (Pubblicato il 01/06/2024 21:10:02 - visite: 59) »

:: Chiudi gli occhi (Pubblicato il 30/05/2024 17:51:42 - visite: 57) »

:: Okeanos (Pubblicato il 18/05/2024 02:04:36 - visite: 71) »

:: Il lago era di un colore blu petrolio (Pubblicato il 08/05/2024 01:48:31 - visite: 117) »

:: Storie di alveari (Pubblicato il 25/03/2024 21:47:49 - visite: 136) »

:: Tema in classe (Pubblicato il 25/01/2024 14:40:22 - visite: 120) »

:: Sesta estinzione di massa (Pubblicato il 20/01/2024 12:47:06 - visite: 195) »