:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE CON LE NOSTRE LETTURE CONSIGLIATE
Il vuoto pieno di poesia, articolo di Donato Di Stasi
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 555 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 18 07:06:45 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Notte

di Piero Passaro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »



Questo testo ha una registrazione audio che l'accompagna, per ascoltare clicca su Play:

Clicca qui per visualizzare, di tutti gli autori, tutte le poesie con l'audio »

Pubblicato il 08/03/2015 15:46:44

Notte ,
Il tuo colore di ieri era freddo e  pungente,
una proposta gelida di diventare tutt'uno con te.
Ho visto la tua oscurità che giocava,
astratta ed eguagliata solo dalla nebbia che ti sfocava.
Ero lì notte, mentre ti guardavo e ti ammiravo
nella tua perfetta onnipresente irreperibilità,
ognuno di noi è parte del tuo crepuscolo , della tua minacciosità.
Ombre di persone unite nel tuo manto,
inconsapevoli recano parte nel tuo antro.
Notte fredda , notte buia , amo perdermi nella tua conclave silente :
alcuni amano veder morire lentamente,
e taluni dormire per vederti sparire.
Notte, il tuo regno è nativo di sogni e incubi, frammenti di realtà,
esistenze formate da un secondo, sfreccianti tra polarità.
Notte,
ergi incontrastata dove sospiri e inspiri,
mi lasci con un vuoto soave e grave.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Piero Passaro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa pu sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di pi vai alla pagina personale dell'autore »]

Piero Passaro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Cos la nostra storia (Pubblicato il 24/04/2015 13:56:45 - visite: 552) »

:: Una furiosa distrazione (Pubblicato il 25/03/2015 21:50:48 - visite: 500) »

:: Laura (Pubblicato il 08/03/2015 17:54:13 - visite: 608) »

:: Poesia YF (Pubblicato il 08/03/2015 17:53:34 - visite: 583) »

:: Il terzo binario (Pubblicato il 08/03/2015 15:49:46 - visite: 501) »

:: Baigneuse (Pubblicato il 08/03/2015 15:48:57 - visite: 470) »

:: Ipertensione (Pubblicato il 08/03/2015 15:48:14 - visite: 583) »

:: Assoldato (Pubblicato il 08/03/2015 15:47:39 - visite: 408) »

:: Il labirinto bianco (Centro storico di Gallipoli) (Pubblicato il 08/03/2015 15:46:06 - visite: 477) »

:: Ti ho vista madre (Pubblicato il 08/03/2015 15:45:06 - visite: 468) »