Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 222 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Wed Sep 23 06:08:50 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Di corsa

di Salvatore Pizzo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 09/12/2019 17:07:12

 

 
 

Imparare a scrivere di buon passo

dovrei, chè, se aspetto d'essere fermo

magari seduto comodo a mensa

pronto di penna, bianca tu mi resti

pagina che mi sgomenti, tacendo

d'essenza echi col dileguarsi lesta

dell'idea in capo: emozione di strada

come sbocciata dal grembo di gemma

fosse precoce e intirizzita, terrea

pur se tardiva e di colore priva.

Sì che, impressione, più non la diresti

già che stringerla bavero non riesci.

Tu lo senti che labile mi sei alea:

rischio mortale nel guardarti fermo

femminilità da descrivere ardua.

Perchè ci si ridesta vuoti, quando

allo specchio ti si riscopre donna

furtiva amante fuggente per la via

con appresso, d'un istante, la memoria.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 4 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Pizzo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Pizzo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Goccia a goccia panica (Pubblicato il 21/09/2020 23:55:31 - visite: 51) »

:: Coviddi non c’è (Pubblicato il 14/09/2020 23:16:55 - visite: 98) »

:: Un attimo fa, oggi, già ieri (Pubblicato il 07/09/2020 23:14:16 - visite: 125) »

:: Misericordia per i narcisi (Pubblicato il 31/08/2020 23:45:25 - visite: 128) »

:: dell’inizio e della fine (Pubblicato il 24/08/2020 23:33:01 - visite: 110) »

:: A non (Pubblicato il 17/08/2020 22:02:58 - visite: 186) »

:: D’acciaio ed altiforni (Pubblicato il 11/08/2020 00:43:44 - visite: 140) »

:: Il sole sulla testa che scotta (Pubblicato il 03/08/2020 22:12:23 - visite: 172) »

:: A darci un dito al dio della poesia (Pubblicato il 28/07/2020 00:05:27 - visite: 197) »

:: Lockdown (Pubblicato il 20/07/2020 23:16:23 - visite: 206) »