Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 115 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Sep 24 22:34:16 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

In fondo a un anno

di Rita Stanzione
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 31/12/2019 11:31:55

 

e mi ritrovo sveglia

con occhi spalancati

l’ultimo dell’anno parentesi

alle pareti non ancora chiuse

le finestre accigliate tra pepli e aria liberty

fisso le pose cerimoniali del Mackintosh*

la prima figura dare la schiena alla seguente

e così via, dove si fermeranno c’è una fontana

sembra l’altare della fede

non ho abitudine alla fede ma mi affascina

la tenacia degli insetti sulle lampade

pronti a finire in un brillio

ho tanti bei propositi malgrado

mani di eclissi sugli azzurri

spalmo noci di burro sul pane

mi dico lo spirito si nutre a partire dal corpo

su per la pelle sagome e bordure il rêve

di un simbolismo tormentato

il respiro mormora a se stesso -flocculi- 

mi assento un po’ per annullare statici

meravigliarmi, intero il cuore penetrare.



*Charles Rennie Mackintosh (architetto, designer, arredatore e pittore scozzese)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Rita Stanzione, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Rita Stanzione, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Viste supreme (Pubblicato il 22/08/2020 15:27:31 - visite: 37) »

:: Il caldo tra le stipe (Pubblicato il 19/08/2020 11:22:41 - visite: 34) »

:: Iridi (Pubblicato il 04/08/2020 09:09:42 - visite: 40) »

:: Dei nudi a far mazzetti (Pubblicato il 24/07/2020 12:53:32 - visite: 53) »

:: Un posto di pietra fedele (Pubblicato il 20/07/2020 16:22:55 - visite: 67) »

:: Poeta onda (Pubblicato il 13/07/2020 11:11:17 - visite: 59) »

:: Al dottor P. (Pubblicato il 09/07/2020 16:42:22 - visite: 61) »

:: Se verrai a prendermi (Pubblicato il 29/06/2020 16:45:27 - visite: 60) »

:: Da poco è estate (Pubblicato il 21/06/2020 09:23:32 - visite: 71) »

:: Affacci (Pubblicato il 15/06/2020 17:04:04 - visite: 78) »