:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 classifica e vincitori del Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 312 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Thu Aug 11 22:01:46 UTC+0200 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Umana Commedia - Paradiso

di Gaetano Lo Castro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 17/01/2020 14:03:33

"Beati voi quando v'insulteranno,

vi perseguiteranno

e mentendo diranno ogni sorta di male

contro di voi per causa mia.

Rallegratevi ed esultate,

perché grande è la vostra ricompensa nei cieli."

Matteo (5, 11-12)

 

 

Proseguendo il cammin di mia vita

mi ritrovai un mattin di fine estate

in una riva dell'isola avita.

 

Ero steso sulla spiaggia solinga

incastonata tra fiume e boschetto,

fra mare e cielo di color pervinca.

 

Ed in questo terrestre paradiso

col suon della risacca e dei gabbiani

io mi addormentai con un sorriso.

 

Nel più bel sogno della vita mia

mi apparvero il mio Angelo Custode

e la mia Madre e Musa: Maria.

 

Era forte e bello l'Angelo mio,

il quale salvaguarda con amore

la persona affidatagli da Dio.

 

E la Theotokos era uno splendore.

Tutta la sua figura irradiava

la luce dell'immacolato cuore.

 

Ambedue m'indicarono il sole.

Potei fissare l'astro che ruotava,

pulsava e aumentava la sua mole.

 

Le mie guide presomi per mano

mi elevarono leste verso il cielo

e penetrammo nell'astro sovrano.

 

La lor guida sempre lassù conduce

chi si fa dirigere con fiducia:

nel sempiterno Regno della Luce.

 

Come far con parole solamente

a descrivere ciò ch'è impossibile

a comprendere con l'umana mente?

 

Il paradiso è luce infinita,

una radiazione luminosissima

costituita d'amore e di vita.

 

Io vidi che v'era in essa immersa

una varia schiera di angeli e santi,

ed era una moltitudine immensa.

 

Gli spiriti uniti in coro osannante

ben disposti in nove cerchi concentrici

che abbracciavano un punto sfolgorante.

 

Al centro dei cerchi c'era una sfera,

un globo puntiforme ed infinito

fonte di beatitudine eterna.

 

Era composto da tre globi uguali

di color diverso e compenetrati

in una singola sfera perfetta.

 

Parean petali di un'immensa rosa

i sinuosi cerchi celestiali,

una rosa variopinta e radiosa.

 

I petali purpurei del fiore

erano formati dai tanti martiri

e avevano un peculiare fulgore.

 

Dai settanta milioni di cristiani

che avevano versato il proprio sangue

in duemila anni di persecuzioni.

 

Avevano patito ogni martirio

loro inflitto dai nemici di Cristo

indotti dal satanico delirio.

 

Son ben noti nell'ecclesiale storia

i molti martiri miei conterranei

che raggiavano di gioia e di gloria.

 

Uno odierno: Padre Pino Puglisi,

ucciso pei suoi coraggiosi impegni

che ai servi di Mammona erano invisi.

 

I perseguitati per la giustizia

Livatino, Falcone e Borsellino

saziati eran di vittoria e letizia.

 

Uscimmo dal sommo sole, lassù,

indi mi destai e mi ritrovai solo

nel nostro misero mondo, quaggiù.

 

(Testo poetico 2° classificato nel premio "Trofeo Penna d'Autore".)

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Gaetano Lo Castro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Gaetano Lo Castro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La barca (Pubblicato il 15/12/2021 22:23:59 - visite: 244) »

:: Due poesie - Du poemoj (Pubblicato il 04/10/2021 15:38:24 - visite: 212) »

:: Il nero maniero (Pubblicato il 20/09/2021 23:00:19 - visite: 125) »

:: Le tre madri (Pubblicato il 09/05/2021 17:12:28 - visite: 293) »

:: La voce #poesiapoeti (Pubblicato il 22/03/2021 22:12:36 - visite: 362) »

:: Io, virus (Pubblicato il 18/04/2020 16:45:04 - visite: 438) »

:: L’Uomo-Dio (Pubblicato il 11/04/2020 23:26:53 - visite: 273) »

:: La lotta fra bene e male (Pubblicato il 06/04/2020 14:10:59 - visite: 282) »

:: La cometa giustiziera (Pubblicato il 30/10/2019 15:42:50 - visite: 327) »

:: Veleni e medicine (Pubblicato il 02/09/2019 22:23:09 - visite: 326) »