Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 50 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Aug 7 16:48:25 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Nidi disfatti

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 27/05/2020 22:24:55

 

 

In tutti noi esiste un posto amato
dove da bimbi abbiam cercato pace
era forse una semplice collina,
un terrapieno che sembrava un colle.
L'abbiamo perso e dopo ricercato
l'erba è stata tagliata, il vento tace,
il sole più non sorge la mattina
son sorte case al posto delle zolle.

Quella serenità senza pensieri
tra prati verdi ed alberi da frutto
soli col cane, senza soldi in tasca,
ad apprezzar quel bene posseduto.
Ora confuso tra problemi seri,
tra discussioni prive di costrutto,
mi sento perso in mezzo alla burrasca
quella pace ricerco che ho perduto.

Più non la trovo e neppur ci provo,
la sogno però, l'ho sempre in cuore,
quando ne ho voglia pochi passi muovo

in gran silenzio senza far rumore,
il colle sempre verde ancor ritrovo,
la mano allungo e vi raccolgo un fiore.

 

Salvatore Armando Santoro

(Boccheggiano)

 

- Sonetto con quartine doppie

 

3.a Classificata al Bando Letterario "Colle Armonioso" organizzato dall'Accademia Alfieri di Firenze.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Armando Santoro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Il tempo se ne va (Pubblicato il 07/08/2020 09:50:44 - visite: 15) »

:: Crepuscolo (Pubblicato il 02/08/2020 00:16:22 - visite: 13) »

:: Spavaldo ed incosciente (Pubblicato il 01/08/2020 15:31:34 - visite: 13) »

:: Quando nel mio silenzio (Pubblicato il 01/08/2020 15:24:57 - visite: 11) »

:: Sintesi (Pubblicato il 23/07/2020 01:21:38 - visite: 29) »

:: Lavandaie (Pubblicato il 23/07/2020 00:23:07 - visite: 26) »

:: Controcorrente (Pubblicato il 22/07/2020 23:37:52 - visite: 19) »

:: Turbamenti (Pubblicato il 22/07/2020 15:17:46 - visite: 23) »

:: Nuovi approcci (Pubblicato il 08/07/2020 00:20:40 - visite: 49) »

:: Leggendo i tuoi versi (Pubblicato il 28/06/2020 01:03:11 - visite: 53) »