Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 luglio 2020: 149 anni dalla nascita di Marcel Proust
Leggi l'Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 70 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Jul 12 02:00:14 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il mare negli occhi

di Fernando Massimiliano Andreoni
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 31/05/2020 15:08:48

Ci alzammo all’alba

madidi di sudore,

le tue labbra più rosse

giammai sazie di baci

e quegli occhi spillati

cristallini di un mare

che mi attrae

e anche fuggo,

ma il cullar delle onde

mi fu sempre vicino,

come i tuoi movimenti

mentre gemi appagata

e non chiedi più niente

solamente il silenzio.

 

Guardammo fuori,

oltre il vetro appannato

di un umido ottobre

le prime flebili luci

di un giorno che nasce

spensierato, felice

e la notte si spegne

con le sue note calde

che risuonano ancora,

ci hanno tolto il respiro

e condotto per mano,

indicato la strada

da guerrieri mai domi

e poi fatto volare

come Pegaso, alato,

che combatte, poi sale

e diventa una stella.

 

Nella tua mano,

tremava come foglia,

ho sigillato

il segno del mio amore,

che si riverbera

nel gorgoglio dell’acqua

di quel ruscello

dove mettesti i piedi

che ora ti portano

a spasso per il mondo.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 1 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Fernando Massimiliano Andreoni, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Fernando Massimiliano Andreoni, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Solstizio d’estate (Pubblicato il 10/07/2020 02:12:33 - visite: 23) »

:: Se tu mi accogli (Pubblicato il 01/07/2020 15:02:15 - visite: 37) »

:: Lucca (Pubblicato il 01/07/2020 14:58:08 - visite: 22) »

:: Nuvole (Pubblicato il 31/05/2020 15:08:08 - visite: 40) »

:: Piano sequenza (Pubblicato il 21/05/2020 10:02:47 - visite: 73) »

:: Io conosco l’amore (Pubblicato il 29/04/2020 00:25:52 - visite: 64) »

:: Un giorno felice (Pubblicato il 17/04/2020 12:08:57 - visite: 96) »

:: Perso (Pubblicato il 29/03/2020 22:01:22 - visite: 116) »

:: Passo dopo passo (Pubblicato il 29/03/2020 00:11:44 - visite: 86) »

:: L’incanto (Pubblicato il 24/03/2020 23:03:51 - visite: 99) »