Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 33 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Aug 10 08:42:35 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Vi sono notti

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 28/06/2020 01:00:34

Vi sono notti che tu mi svegli
avverto il suono del mio cellulare
e vi leggo un messaggio:
vecchi messaggi
lasciati in archivio a torturarmi
a interrogarmi su un amore ormai spento.

Come può una piccola fiamma
distruggere un bosco di larici?
Come può la sua brace covare
tra tanta cenere che sembra spenta
e riaccendere sempre quel fuoco
che non vuole morire?

Ah, l’amore, che malattia contagiosa
e non esiste ancora un vaccino
che possa immunizzarci?

Eppure sono certo che il prodotto
sarebbe davvero venduto.

Io lo cerco sui banchi del supermercato
ma odo la tua voce maledetta
che urla una frase sconcia al viva voce
e che fa girare i clienti.

Qualcuno sorride guardando i miei capelli
qualcuno sembra inquietarsi
solo io son felice per essere tornato giovane.

Salvatore Armando Santoro

(Boccheggiano 14.02.2020 : 12:28)
 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Armando Santoro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Illusioni (Pubblicato il 08/08/2020 14:14:02 - visite: 18) »

:: Le mie sensazioni (Pubblicato il 08/08/2020 13:51:44 - visite: 11) »

:: Passa una donna (Pubblicato il 08/08/2020 13:18:08 - visite: 12) »

:: Il tempo se ne va (Pubblicato il 07/08/2020 09:50:44 - visite: 22) »

:: Crepuscolo (Pubblicato il 02/08/2020 00:16:22 - visite: 16) »

:: Spavaldo ed incosciente (Pubblicato il 01/08/2020 15:31:34 - visite: 14) »

:: Quando nel mio silenzio (Pubblicato il 01/08/2020 15:24:57 - visite: 12) »

:: Sintesi (Pubblicato il 23/07/2020 01:21:38 - visite: 32) »

:: Lavandaie (Pubblicato il 23/07/2020 00:23:07 - visite: 31) »

:: Controcorrente (Pubblicato il 22/07/2020 23:37:52 - visite: 22) »