:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 285 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sun Sep 26 05:41:13 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

La città dei morti

di Davide Stocovaz
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 04/10/2020 17:52:32

Si erge come scomposto cadavere

su di un altopiano brullo.

Vicoli e piazze sono cosparsi di cenere.

Una densa e compatta nebbia l’attraversa tutta

stritolando anche la grande chiesa, abbandonata sul colle.

Nelle notti di luna piena

un vento potente sembra scuotere le sue fondamenta.

Porta con sé lamenti senza tempo

che echeggiano nel buio.

Sono grida di anime dannate

cadute nell’inferno più profondo.

Grosse ali nere, come d’inchiostro

fendono la volta oscura.

Sono orribili avvoltoi

che aprono e chiudono il loro rostro.

Dagli anfratti delle vie, occhi ciechi

e volti di cemento

si affacciano bisbigliando

parole incomprensibili:

sono sospiri di dolore,

di una lenta e atroce agonia.

E io avanzo tra sagome umane

sottili come filo di fumo

che allungano le loro mani nebulose

verso di me, come per afferrarmi.

Mi assale un terrore cieco

mentre arranco nelle vie del centro,

attorniato da tutte queste anime senza pace.

Un raggio di accecante luce

trafigge il cielo e mi lacera la vista:

sbatto le palpebre, sobbalzo

e mi ritrovo nella mia stanza.

Un nuovo mattino è sorto

e sospiro a lungo, mano sul cuore:

non sono ancora morto.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Davide Stocovaz, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Davide Stocovaz, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Un domani (Pubblicato il 02/09/2021 18:09:37 - visite: 60) »

:: Naufrago nella notte (Pubblicato il 18/07/2021 12:38:10 - visite: 77) »

:: Oh cuore mio ... (Pubblicato il 17/07/2021 11:21:27 - visite: 93) »

:: Spettro vagabondo (Pubblicato il 04/07/2021 19:06:16 - visite: 86) »

:: Sentiero di tenebre (Pubblicato il 04/07/2021 12:20:47 - visite: 116) »

:: Tu, cara (Pubblicato il 14/06/2021 23:08:03 - visite: 155) »

:: Madre (Pubblicato il 26/05/2021 22:34:38 - visite: 172) »

:: a... (Pubblicato il 23/05/2021 18:44:16 - visite: 199) »

:: Addio (Pubblicato il 14/11/2020 10:26:57 - visite: 211) »

:: Amore mio (Pubblicato il 04/10/2020 20:40:14 - visite: 160) »