:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 64 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat May 8 10:47:33 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Era … ora non più

di Guido Balbo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 21/01/2021 15:26:02

 

 

 

Preordinato era il creato.

Era già tutto previsto, ma

non da tutti accettato.

 

Il peso maggiore quel ruolo. Troppo

troppo secondario. Per qualche io

vile attentato, un vero massacro.

 

Nemmeno fosse tribuna

perenne panchina, non convocato

oppure, partita da vincere

a tutti costi

con qualcuno che perde.

Chissà se si diverte?

 

Ma Adamo con Eva insiste

e dal semplice trasformare

 pretende l’impossibile:

scalare le vette più alte

di quelle esistenti

forare la terra

e scendere nell’oltre.

 

E con nuovi svaghi fare faville

ponendo simili in cattività

tra discariche e bidonville.

 

E sconvolgere

con usi diversi

per dissetare un insano

e personale divertimento, col sangue

da altri  versato

lucidarsi le scarpe.

 

Voglia inventare il diritto

di vita e di morte?

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Guido Balbo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Guido Balbo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Stato sempre più lontano (Pubblicato il 01/05/2021 09:23:39 - visite: 37) »

:: Frammento d’amore - Fragment of love (Pubblicato il 23/04/2021 20:55:21 - visite: 40) »

:: La tratta continua (Pubblicato il 08/04/2021 09:36:25 - visite: 68) »

:: Rotta su nede (Pubblicato il 14/03/2021 00:01:16 - visite: 88) »

:: Non siamo più capaci di amare (Pubblicato il 02/03/2021 11:41:25 - visite: 54) »

:: A miglior vita - To a better life (Pubblicato il 16/02/2021 12:21:13 - visite: 72) »

:: Giudizi (Pubblicato il 08/02/2021 00:07:19 - visite: 56) »

:: Ho un sogno (Pubblicato il 02/02/2021 13:11:41 - visite: 77) »

:: Quore (Pubblicato il 31/01/2021 11:05:47 - visite: 76) »

:: Il cerchio magico (Pubblicato il 23/01/2021 22:58:03 - visite: 70) »