:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 203 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Sep 27 03:20:32 UTC+0200 2021
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Il servo e i Padroni

di Quin
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 07/03/2021 23:15:05

Il servo e i Padroni

 

Altri ti hanno non io che ti amo,

(questo che sento tu così lo chiami).

Né so per certo se quelli ti amino,

però tu accorri a ogni loro richiamo.

 

Sono amanti esigenti e geniali,

e instancabili e dolci e sapienti:

ti lasciano spossata fra i tormenti

di un piacere che ha vette siderali.

 

Però non oso essere geloso

ché non può il servo invidiare il padrone,

non lo permette la sua condizione

 d’uomo da poco, succube e ossequioso.

 

Loro ti danno ciò che non so darti

e insieme a loro tu sei, sei te stessa,

e vera come sei vorrei baciarti

 

ma non mi azzardo ché potrei svegliarti

e strapparti a quel sogno in cui sei messa

non dalle mie ma dalle loro arti.

 

Riesco a spiare a volte i vostri amplessi,

quando il buio mi rende protervo

eppure il gioco colloso dei sessi

 

posso osservarlo soltanto da servo.

Ma certe notti te con quelli stessi,

il Sonno e il Corpo, vegliando preservo.

                                               QuinconGioiaMar21


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Quin, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Quin, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Lezione di nuoto (Pubblicato il 26/09/2021 13:34:48 - visite: 17) »

:: Bisogni vitali (Pubblicato il 13/09/2021 10:03:48 - visite: 40) »

:: Sonetto di (da) corsa (Pubblicato il 11/09/2021 13:20:21 - visite: 33) »

:: Eredità (Pubblicato il 22/08/2021 20:00:49 - visite: 76) »

:: InAttesa (Pubblicato il 21/08/2021 10:52:34 - visite: 71) »

:: La vraie vie (Pubblicato il 20/08/2021 19:44:39 - visite: 57) »

:: Colori (Pubblicato il 17/08/2021 11:27:58 - visite: 90) »

:: Agapanto (Pubblicato il 14/08/2021 14:23:50 - visite: 61) »

:: Dal bianco al verde (Pubblicato il 01/08/2021 11:57:42 - visite: 97) »

:: I quattro (Pubblicato il 10/07/2021 16:42:25 - visite: 73) »