:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Intervista a Pedro Eiras
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 168 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Nov 28 11:58:19 UTC+0100 2022
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Vermi di mare

di Augusto Cervo
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 06/10/2022 08:27:02

Sgusci e ti scansi dalla corrente,
ecco i vermi di mare,
lesti e insidiosi da catturare,
come i binari della tua mente.

E quest’angoscia assurda ti divora,
da troppe settimane
frenetica è l’attesa senza fine,
tutto volge a puttane,
Il tempo incede, ormai è giunta l’ora
di oltrepassare l’angusto confine,
luci di lampadine,
tua madre nella stanza che ti parla,
vorresti ora abbracciarla,
ma invece si dissolve lentamente.

Corposa si avvicina la corrente,
fuggon vermi di mare.
interminabili nella mente,
impenetrabili da scardinare.

Scende la notte, lei risorge immensa
con il sorriso afferra la tua mano
e bacia lieve in fronte,
scotta di febbre, l’accarezza piano
le gocce fan condensa,
sussurra che le ancelle sono pronte
a salir dalla valle incontro al monte.
Ti dice: –Io sto bene,
non portar nel tuo cuore troppe pene,
la vita sai non mente-.

Adesso ti consiglia la corrente:
-Prendi i vermi di mare-
incastonati dentro la mente,
inconcepibili nel loro andare.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Augusto Cervo, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Augusto Cervo, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: La bellezza di una donna (Pubblicato il 06/10/2022 15:07:39 - visite: 83) »