:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 L'età della rovina a Nardò (Lecce) il 28 gennaio 2023
🖋 Memoria o scrittura retrospettiva? a Roma il 29 gennaio 2023
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 85 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Fri Jan 27 06:50:51 UTC+0100 2023
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Tik Tok

di Salvatore Armando Santoro
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 01/11/2022 19:29:15



T’ho visto questa notte, ma per caso,
di nuovo Facebook m’avea bloccato
allor su Tik Tok sono andato
ho detto:“Ora ci piazzo anche un mio vaso”.

E chi ti vedo? Una disgraziata,
con i capelli a posto e ben tenuta,
non mi sembravi poi tanto  abbattuta.
Non eri l’altro ieri disperata?

Vedo che ti riprendi facilmente
e non affoghi nell’acqua di una tazza
anzi nei liquidi sei una che ci sguazza
ma a posto non sembravi con la mente.

T’ascoltavo e un po’ m’ero commosso
ma poi mi son ripreso, ed anche in fretta,
e mi son detto è ora che la smetta
a creder che tu cambi più non posso.

Tu sei cambiata, è vero, anche di brutto,
sventagli di aver trentasetteanni
ma nel porcile hai buttato gli anni
e chi ti s’avvicina anche hai distrutto.

Alla fine mi son tranquillizzato,
grazie alla tua demenza, anche salvato!

Salvatore Armando Santoro
(Boccheggiano 1.11.2022 – 19:00)


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Salvatore Armando Santoro, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Salvatore Armando Santoro, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Verità (Pubblicato il 19/01/2023 14:39:10 - visite: 31) »

:: Dal dentista (Pubblicato il 17/01/2023 00:17:53 - visite: 59) »

:: Una bella amicizia (Pubblicato il 17/01/2023 00:11:50 - visite: 20) »

:: Frustrazione (Pubblicato il 13/01/2023 00:32:12 - visite: 23) »

:: Nella tana dei grilli (Pubblicato il 08/01/2023 18:46:28 - visite: 36) »

:: Ali di cera (Pubblicato il 08/01/2023 01:46:47 - visite: 22) »

:: Consuntivi (Pubblicato il 05/01/2023 23:37:10 - visite: 19) »

:: Pescatori (Pubblicato il 31/12/2022 21:50:52 - visite: 25) »

:: Smarrimenti (Pubblicato il 30/12/2022 01:35:09 - visite: 30) »

:: Il buio nell’anima (Pubblicato il 28/12/2022 02:38:17 - visite: 41) »