:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 L'età della rovina a Lecce il 9 febbraio 2023
🖋 Rethorica novissima a Roma il 10 febbraio 2023
🖋 Le rovinose a Firenze il 10 febbraio 2023
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 43 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Tue Jan 24 13:46:43 UTC+0100 2023
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Pesiamo le parole

di Bowil da Wilobi
[ biografia | pagina personale | scrivi all'autore ]


[ Raccogli tutte le poesie dell'autore in una sola pagina ]

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 30/11/2022 12:34:57

Pesiamo le parole

 

 

Son sfinite le parole dette

dal maestro dell’imperfetto.

In quel loro passare

di bocca in bocca

e assorbire fiati

alitosi e fiatelle.

 

E finite le parole mai dette

ritirate, come magliette

vecchia moneta, per musei

differenziata o conventi

a riconvertirsi sui propri errori.

 

Le fini, sono riserva speciale

rinchiuse in barrique di salotti famosi.

Al solo pensiero di uscire per strada

senza pedigree a disposizione

come chauffeur, di possibile confusione

alla qualunque, mancano.

 

Mentre comuni, senza specifico peso

ignare vagano tra colpi di vento

tosse e tossine, tristemente

alla mercé di un volgo, dal piano

sempre più crudelmente inclinato.

 

Mentre la simpatia del loro peso

nasce e cresce nella spontanea spinta

e dipendenza di una starata o meno
bilancia interna.

 

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Bowil da Wilobi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Bowil da Wilobi, nella sezione Poesia, ha pubblicato anche:

:: Dal basso si può solo crescere (Pubblicato il 03/02/2023 09:09:04 - visite: 29) »

:: Sono (Pubblicato il 21/01/2023 09:08:38 - visite: 51) »

:: Il male del voler avere (Pubblicato il 08/12/2022 10:09:04 - visite: 49) »

:: Statuetta e al bicocca (Pubblicato il 06/12/2022 11:35:02 - visite: 31) »

:: Ah … l’amore (Pubblicato il 28/11/2022 11:23:33 - visite: 47) »

:: Adattati (Pubblicato il 06/11/2022 09:28:00 - visite: 41) »

:: Sicurezza stradale (Pubblicato il 05/11/2022 08:24:12 - visite: 92) »

:: C’è da costringere un me ne fotto (Pubblicato il 04/11/2022 08:46:58 - visite: 51) »

:: Dai “nessun uomo è un’isola” (Pubblicato il 31/10/2022 20:56:33 - visite: 98) »

:: Certo che si sarebbe potuto (Pubblicato il 27/10/2022 08:35:55 - visite: 79) »