Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
10 luglio 2020: 149 anni dalla nascita di Marcel Proust
Leggi l'Antologia proustiana 2020: Quarantena a Combray
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Articolo
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 173 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Sat Jul 11 15:12:41 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Al Cinema con Cineuropa - David di Donatello

Argomento: Cinema

Articolo di GioMa 

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/02/2020 09:20:36

DATI CINETEL 2019: crescono incassi e presenze al cinema in Italia
di Vittoria Scarpa

16/01/2020 - Inversione di rotta nelle sale italiane, dopo un triennio “terribile”. Incassi a +14,35%, presenze +13,55%. Registrato il più alto incasso ad agosto dal 1995, grazie all’iniziativa Moviement.
L’unione fa la forza, stando ai dati Cinetel 2019 presentati ieri a Roma. L’anno appena concluso porta il segno positivo per il box office italiano, cresciuto del 14,35% negli incassi e del 13,55% nelle presenze rispetto allo sfortunato 2018. Dopo un primo trimestre fiacco, da aprile a dicembre ciascun mese del 2019 ha vinto il confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente, grazie allo sforzo congiunto di tutta la filiera che si è tradotto in una maggiore diversificazione dell’offerta e una migliore programmazione delle uscite, con iniziative come Moviement che ha portato in sala film di qualità anche nel periodo estivo.
“C'è un pieno ritrovato feeling con un grande pubblico nelle sale cinematografiche”, ha commentato il presidente dell’ANICA Francesco Rutelli, sottolineando l’alta qualità dei film e come la collaborazione tra produttori, distributori ed esercenti abbia dato i suoi frutti. Gli incassi del 2019 si attestano sui 635,4 milioni di euro, per un numero di presenze in sala pari a 97,5 milioni. I saldi positivi maggiori sono stati registrati nei mesi di luglio (+108,90%), agosto (+45,91%, il più alto incasso per il periodo dal 1995) e aprile (+41,15%). “I numeri positivi dell'anno scorso ci fanno uscire da un triennio terribile”, ha affermato il presidente della sezione distributori dell'ANICA Luigi Lonigro, “e questo grazie a un'estate straordinaria che ci ha rimesso in linea con gli altri paesi europei”. Particolarmente brillante anche il risultato del mese di dicembre (+13,76% rispetto al 2018), il migliore dell’ultimo decennio.

“I dati sono confortanti e sono uno stimolo a differenziare sempre di più l’offerta: il pubblico vuole essere sorpreso”, ha commentato Francesca Cima, presidente produttori ANICA. Nel 2019 sono stati distribuiti in sala 495 nuovi film di prima programmazione (-34 rispetto al 2018, quindi più selezionati) di cui 193 di produzione o coproduzione italiana. Sono stati inoltre distribuiti in sala 85 nuovi contenuti complementari (eventi, edizioni speciali, riedizioni; +7 rispetto al 2018), alcuni con enorme successo – basti pensare ai 1,6 milioni incassati in tre giorni da Chiara Ferragni: Unposted.
Segno positivo anche per il box office della produzione italiana (incluse le coproduzioni) che nel 2019 ha registrato un incasso di 134,8 milioni di euro (+5,39% rispetto al 2018) per una quota sul totale del 21,22%. Il numero di presenze è invece aumentato del 5,56% per una quota del 21,56%. Riguardo agli altri paesi, la quota del cinema americano è cresciuta al 65,16% (era del 55,57% nel 2018) per un incasso di circa 414 milioni di euro. Seguono il cinema britannico (39 mln incassati; quota mercato: 6,14%) e la produzione francese (21,6 mln; quota mercato: 3,40%). Il primo incasso assoluto del 2019 è stato registrato da Il Re Leone per un box office di 37,5 mln di euro, mentre il migliore risultato da produzioni e coproduzioni nazionali è stato quello di Il primo Natale (13,3 mln).
“Siamo soddisfatti ma non trionfalisti. Dobbiamo ancora crescere”, secondo Mario Lorini, presidente ANEC. Il nuovo anno, intanto, è cominciato con i migliori auspici: grazie al fenomeno Checco Zalone con Tolo Tolo, che uscito il 1° gennaio ha già superato 41mln di euro al botteghino, i primi 15 giorni del 2020 segnano già 24 milioni di incassi in più rispetto allo stesso periodo del 2019.


KEN LOACH e ROBERTO BENIGNI tra gli ospiti del Bif&st di Bari
di Vittoria Scarpa

14/02/2020 - All’11ma edizione del festival diretto da Felice Laudadio, in programma dal 21 al 28 marzo nel capoluogo pugliese, saranno presenti anche Helen Mirren ed Edgar Reitz
Ken Loach, Helen Mirren, Roberto Benigni ed Edgar Reitz saranno i super ospiti dell’11ma edizione del Bif&st - Bari International Film Festival, diretto da Felice Laudadio, che tornerà ad animare il capoluogo pugliese dal 21 al 28 marzo prossimi, quest’anno con una location in più: il Teatro Piccinni appena restaurato, che andrà ad aggiungersi ai teatri Petruzzelli e Margherita.
Tra i 12 film selezionati nella sezione competitiva Panorama internazionale, che saranno valutati dalla giuria composta dai critici cinematografici Michel Demopoulos e Oscar Iarussi, i registi Pif e Alessandro Piva, e l’attrice Martina Apostolova: Nonostante la nebbia di Goran Paskaljević con Donatella Finocchiaro e Giorgio Tirabassi, una coproduzione Italia-Serbia-Macedonia-Francia; i tedeschi Free Country di Christian Alvart e The German Lesson di Christian Schwochow, e la coproduzione tedesco-austriaca Gipsy Queen di Hüseyin Tabak; il francese Sympathie pour le diable di Guillaume de Fontenay, Notre-Dame du Nil di Atiq Rahimi (Francia-Belgio-Ruanda) e Three Summers di Sandra Kogut (Brasile-Francia).

Nel menù delle Anteprime internazionali, ancora da completare, spiccano invece Les Traducteurs di Régis Roinsard con Lambert Wilson, Olga Kurylenko e Riccardo Scamarcio; The Audition di Ina Weisse con Nina Hoss, e la prima italiana di Favolacce dei Fratelli D’Innocenzo, in concorso alla Berlinale, oltre all’attesissimo Bombshell di Jay Roach con Charlize Theron, Nicole Kidman e Margot Robbie, scelto come film d’apertura del festival.
Anteprima mondiale per sei titoli nella sezione competitiva Nuovo cinema italiano, con giuria presieduta dal critico tedesco Klaus Eder e composta da 24 spettatori selezionati: sono La regola d’oro di Alessandro Lunardelli con Simone Liberati, Edoardo Pesce, Barbora Bobulova; Il regno di Francesco Fanuele con Stefano Fresi e Max Tortora; Burraco fatale di Giuliana Gamba con Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Paola Minaccioni; La rivincita di Leo Muscato con Michele Venitucci e Michele Cipriani; Storia di classe di Valerio Jalongo; Si muore solo da vivi di Alberto Rizzi con Alessandro Roja e Alessandra Mastronardi.

Il programma delle tradizionali Masterclass affidate a importanti personalità del cinema italiano e internazionale, molto apprezzate dal pubblico barese, sarà annunciato il 9 marzo. Una retrospettiva di 35 film sarà dedicata al grande regista Mario Monicelli, scomparso dieci anni fa, mentre con una rassegna di 8 titoli di successo (tra cui Green Book e Perfetti sconosciuti) si festeggeranno i 30 anni di attività di Leone Film Group. Già assegnati, infine, i premi della giuria dei critici del Bif&st: i film più premiati in questa edizione sono Pinocchio [+] di Matteo Garrone e Il traditore di Marco Bellocchio.

DAVID DI DONATELLO 2020
"Il traditore" guida le nomination ai David di Donatello
di Vittoria Scarpa

18/02/2020 - Il film di Marco Bellocchio totalizza 18 candidature, seguono Il primo re e Pinocchio con 15, e Martin Eden con 11. Cerimonia di premiazione il 3 aprile
Sono Il primo re, Il traditore, La paranza dei bambini, Martin Eden e Pinocchio a contendersi il titolo di miglior film, e anche quello per la miglior regia, alla 65ma edizione dei David di Donatello, i premi più prestigiosi del cinema italiano che saranno consegnati il 3 aprile.
Il film di Marco Bellocchio su Tommaso Buscetta totalizza il maggior numero di candidature (18), seguito da Il primo re di Matteo Rovere e Pinocchio di Matteo Garrone (15 nomination ciascuno) e Martin Eden di Pietro Marcello (11). È un’edizione dei David che abbraccia più generazioni e all’insegna della diversità, questa del 2020, secondo la presidente dell’Accademia del Cinema Italiano Piera Detassis, che oggi, all’annuncio delle candidature, ha anche sottolineato le 4 nomination andate a Bangla del 24enne Phaim Bhuiyan (tra cui miglior regista esordiente e miglior sceneggiatura originale).
Completano la cinquina del miglior regista esordiente 5 è il numero perfetto di Igort (9 candidature in tutto), Il campione di Leonardo D’Agostini, L’immortale di Marco D’Amore e Sole di Carlo Sironi. La categoria di miglior attrice protagonista vede schierate (con ex aequo) Valeria Bruni Tedeschi per I villeggianti, Jasmine Trinca per La dea fortuna, Isabella Ragonese per Mio fratello rincorre i dinosauri, Linda Caridi per Ricordi?, Lunetta Savino per Rosa e Valeria Golino per Tutto il mio folle amore. Il miglior attore protagonista sarà scelto invece tra Toni Servillo (5 è il numero perfetto), Alessandro Borghi (Il primo re), Francesco di Leva (Il sindaco del rione Sanità), Pierfrancesco Favino (Il traditore) e Luca Marinelli (Martin Eden).

Per i ruoli secondari sono candidate Valeria Golino (5 è il numero perfetto), Anna Ferzetti (Domani è un altro giorno), Tania Garribba (Il primo re), Maria Amato (Il traditore) e Alida Baldari Calabria (Pinocchio), mentre per gli uomini non protagonisti sono in lizza Carlo Buccirosso (5 è il numero perfetto), Stefano Accorsi (Il campione), Fabrizio Ferracane e Luigi Lo Cascio (entrambi per Il traditore), Roberto Benigni (Pinocchio). I cinque documentari che si contendono il David 2020 sono Citizen Rosi di Didi Gnocchi e Carolina Rosi, Fellini fine mai di Eugenio Cappuccio, La mafia non è più quella di una volta di Franco Maresco, Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari di Simone Isola e Fausto Trombetta, e Selfie di Agostino Ferrente.
La cerimonia di premiazione della 65ma edizione dei David di Donatello si terrà il 3 aprile a Roma. Già assegnato al primo turno di votazione il premio per il miglior film straniero: è Parasite di Bong Joon Ho. Il David del miglior cortometraggio va a Inverno di Giulio Mastromauro.

Miglior film
Il primo re - Matteo Rovere (Italia/Belgio)
Il traditore - Marco Bellocchio (Italia/Francia/Germania/Brasile)
La paranza dei bambini – Claudio Giovannesi
Martin Eden – Pietro Marcello (Italia/Francia/Germania)
Pinocchio – Matteo Garrone (Italia/Francia)

Miglior regia
Matteo Rovere - Il primo re
Marco Bellocchio - Il traditore
Claudio Giovannesi - La paranza dei bambini
Pietro Marcello - Martin Eden
Matteo Garrone - Pinocchio

Miglior regista esordiente
Igort - 5 è il numero perfetto (Italia/Belgio/Francia)
Phaim Bhuiyan - Bangla
Leonardo D’Agostini - Il campione
Marco D’Amore - L’immortale
Carlo Sironi - Sole (Italia/Polonia)

Miglior sceneggiatura originale
Phaim Bhuiyan, Vanessa Picciarelli - Bangla
Filippo Gravino, Francesca Manieri, Matteo Rovere - Il primo re
Marco Bellocchio, Ludovica Rampoldi, Valia Santella, Francesco Piccolo - Il traditore
Gianni Romoli, Silvia Ranfagni, Ferzan Ozpetek - La dea fortuna
Valerio Mieli - Ricordi? (Italia/Francia)

Miglior sceneggiatura non originale
Mario Artone, Ippolita Majo - Il sindaco del rione Sanità
Thomas Bidegain, Jean-Luc Fromental, Lorenzo Mattotti - La famosa invasione degli orsi in Sicilia (Francia/Italia)
Maurizio Braucci, Claudio Giovannesi, Roberto Saviano - La paranza dei bambini
Maurizio Braucci, Pietro Marcello - Martin Eden
Matteo Garrone, Massimo Ceccherini - Pinocchio

Miglior produttore
Domenico Procacci e Anna Maria Morelli (Tim Vision) - Bangla
Grøenlandia, Rai Cinema, Gapbusters, Romanz Citizen con Rai Cinema - Il primo re
IBC Movie, Kavac Film con Rai Cinema - Il traditore
Pietro Marcello, Beppe Caschetto, Thomas Ordonneau, Michael Weber, Viola Fügen e Rai Cinema - Martin Eden
Archimede, Le Pacte e Rai Cinema - Pinocchio

Miglior attrice protagonista
Valeria Bruni Tedeschi - I villeggianti
Jasmine Trinca - La dea fortuna
Isabella Ragonese - Mio fratello rincorre i dinosauri (Italia/Spagna)
Linda Caridi - Ricordi?
Lunetta Savino - Rosa (Italia/Slovenia)
Valeria Golino - Tutto il mio folle amore

Miglior attore protagonista
Toni Servillo - 5 è il numero perfetto
Alessandro Borghi - Il primo re
Francesco di Leva - Il sindaco del rione Sanità
Pierfrancesco Favino - Il traditore
Luca Marinelli - Martin Eden

Miglior attrice non protagonista
Valeria Golino - 5 è il numero perfetto
Anna Ferzetti - Domani è un altro giorno
Tania Garribba - Il primo re
Maria Amato - Il traditore
Alida Baldari Calabria - Pinocchio

Miglior attore non protagonista
Carlo Buccirosso - 5 è il numero perfetto
Stefano Accorsi - Il campione
Fabrizio Ferracane - Il traditore
Luigi Lo Cascio - Il traditore
Roberto Benigni - Pinocchio

Miglior fotografia
Daniele Ciprì - Il primo re
Valdan Radovic - Il traditore
Francesco Giacomo - Martin Eden
Nicolaj Brünel - Pinocchio
Daria D’Antonio - Ricordi?

Miglior musica
L’Orchestra di Piazza Vittorio - Il flauto magico di Piazza Vittorio (Italia/Francia)
Andrea Farri - Il primo re
Nicola Piovani - Il traditore
Dario Marianelli - Pinocchio
Thom Yorke - Suspiria (Italia/Stati Uniti)

Miglior canzone originale
“Festa” scritta da Shoshi Md Ziaul e Antonio Aiello, musica di Antonio Aiello, interpretata da Moonstar Studio - Bangla
“Rione Sanità” parole, musica e interpretazione di Ralph P - Il sindaco del rione Sanità
“Un Errore di Distrazione” parole e musica di Dario Brunori, interpretata da Brunori SAS - L’ospite (Italia/Svizzera/Francia)
“Che Vita Meravigliosa” parole e musica di Antonio Diodato, interpretata da Diodato - La dea fortuna
“Suspirium” parole, musica e interpretazione di Thom Yorke - Suspiria

Miglior scenografia
Nello Giorgetti - 5 è il numero perfetto
Tonino Zera - Il primo re
Andrea Castorina - Il traditore
Dimitri Capuani - Pinocchio
Inbal Weinberg - Suspiria

Miglior costumista
Nicoletta Taranta - 5 è il numero perfetto
Valentina Taviani - Il primo re
Daria Calvelli - Il traditore
Andrea Cavalletto - Martin Eden
Massimo Cantini Parrini - Pinocchio

Miglior truccatore
Andreina Becagli - 5 è il numero perfetto
Roberto Pastore, Andrea Leanza, Valentina Visintin, Lorenzo Tamburini - Il primo re
Dalia Colli, Lorenzo Tamburini - Il traditore
Dalia Colli, Mark Coulier (trucco prostetico) - Pinocchio
Fernanda Perez - Suspiria

Migliori acconciature
Marzia Colomba - Il primo re
Alberta Giuliani - Il traditore
Daniela Tartari - Martin Eden
Francesco Pegoretti - Pinocchio
Manolo García - Suspiria
Miglior montatore
Gianni Vezzosi - Il primo re
Jacopo Quadri - Il sindaco del rione Sanità
Francesca Calvelli - Il traditore
Aline Hervé, Fabrizio Federico - Martin Eden
Marco Spoletini - Pinocchio

Miglior suono
Daniele Maraniello, Max Gobiet, Giuseppe D’Amato, Francesco Albertelli, Marcos Molina Jaime - 5 è il numero perfetto
Angelo Bonanni, Davide D’Onofrio, Mirko Perri, Mauro Eusepi, Michele Mazzucco - Il primo re
Gaetano Carito, Adriano di Lorenzo, Pierpaolo Merafino, Lilio Rosato, Gianluca Basili, Francesco Tumminello - Il traditore
Denny De Angelis, Simone Panetta, Stefano Grosso, Michael Kaczmarek - Martin Eden
Maricetta Lombardo, Luca Novelli, Daniela Bassani, Stefano Grosso, Gianni Pallotto - Pinocchio

Migliori effetti visivi
Giuseppe Squillaci - 5 è il numero perfetto
Francesco Grisi, Gaia Bussolati - Il primo re
Rodolfo Migliari - Il traditore
Theo Demeris, Rodolfo Migliari - Pinocchio
Luca Saviotti - Suspiria

Miglior documentario
Citizen Rosi - Didi Gnocchi, Carolina Rosi
Fellini fine mai - Eugenio Cappuccio
La mafia non è più quella di una volta - Franco Maresco
Se c’è un aldilà sono fottuto. Vita e cinema di Claudio Caligari - Simone Isola, Fausto Trombetta
Selfie - Agostino Ferrente (Francia/Italia)

Miglior film straniero
C’era una volta a… Hollywood – Quentin Tarantino (Stati Uniti)
Green Book – Peter Farrelly (Stati Uniti)
Joker – Todd Phillips (Stati Uniti)
L’ufficiale e la spia [+] – Roman Polanski (Francia/Italia)
Parasite – Bong Joon-ho (Corea del Sud) (vincitore)

Miglior cortometraggio
Baradar - Beppe Tufarulo
Inverno - Giulio Mastromauro (vincitore)
Il nostro tempo - Veronica Spedicati
Mia sorella - Saverio Cappiello
Unfolded - Cristina Picchi

I 10 CANDIDATI AL PREMIO MARIO VERDONE A LECCE
di Vittoria Scarpa

11/02/2020 - Giunto alla sua 11ma edizione, il premio riservato a un giovane autore italiano alla sua opera prima sarà consegnato durante la 21ma edizione del Festival del Cinema Europeo. Annunciati i 10 autori candidati all’11ma edizione del Premio Mario Verdone, il riconoscimento riservato a un giovane autore italiano che si sia contraddistinto nell'ultima stagione cinematografica per la sua opera prima, che come ogni anno sarà consegnato durante il Festival del Cinema Europeo di Lecce.
La rosa di concorrenti di quest’anno (tra cui saranno successivamente scelti i tre finalisti) è composta da: Gianni Aureli per Aquile randagie, Phaim Bhuiyan per Bangla, Marco Bonfanti per L’uomo senza gravità, Simone Catania per Drive Me Home, Stefano Cipani per Mio fratello rincorre i dinosauri, Marco D’Amore per L’immortale, Roberto De Feo per The Nest - Il nido, Karole Di Tommaso per Mamma + mamma, Manfredi Lucibello per Tutte le mie notti, Carlo Sironi per Sole.

A consegnare il premio a Lecce, nel corso della 21ma edizione del Festival del Cinema Europeo (in programma dal 18 al 25 aprile), saranno Carlo, Luca e Silvia Verdone. “Tutti i giovani autori in concorso hanno talento e hanno dimostrato grande capacità nella realizzazione della loro opera”, sottolineano i fratelli Verdone. “Siamo contenti di vedere come ogni anno il cinema italiano si arricchisca di registi e veda crescere autori di indubbio valore artistico. Il Festival del Cinema Europeo di Lecce si conferma un bel trampolino di lancio per molti di loro”.
Il premio dedicato a Mario Verdone è stato istituito nel 2010, in accordo con la famiglia Verdone, dal Festival del Cinema Europeo, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia e il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani. L’anno scorso hanno vinto il premio i fratelli Damiano e Fabio D'Innocenzo (La terra dell’abbastanza), pronti ora a volare a Berlino con la loro attesa opera seconda Favolacce.


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Giorgio Mancinelli, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Giorgio Mancinelli, nella sezione Proposta_Articolo, ha pubblicato anche:

:: [ Cinema ] Cineuropa News - cosa accade al Cinema , di GioMa (Pubblicato il 26/04/2020 10:36:10 - visite: 148) »

:: [ Poesia ] Il Canto della Terra - di Friedrich Hölderlin , di GioMa (Pubblicato il 22/04/2020 17:24:31 - visite: 90) »

:: [ Cinema ] Cinema in Movimento - coll. Cineuropa News , di GioMa (Pubblicato il 17/04/2020 17:54:57 - visite: 120) »

:: [ Cinema ] Cineuropa News - cosa accade in Italia. , di GioMa (Pubblicato il 10/04/2020 07:32:04 - visite: 132) »

:: [ Scienza ] Le Scienze News - nuove frontiere della musica. , di GioMa (Pubblicato il 07/03/2020 07:47:58 - visite: 170) »

:: [ Musica ] Fabio Giachino .. a new ’impression’ in jazz , di Giorgio Mancinelli (Pubblicato il 14/02/2020 12:27:13 - visite: 151) »

:: [ Cinema ] Premio Cineuropa alla31a Trieste Film Festival , di GioMa (Pubblicato il 23/01/2020 06:09:27 - visite: 185) »

:: [ Musica ] Novara Jazz Eventi 2020 , di GioMa (Pubblicato il 16/01/2020 07:21:26 - visite: 201) »

:: [ Letteratura ] Bologna in Lettere - Festival di Letteratura Contemporanea , di GioMa (Pubblicato il 16/01/2020 06:59:38 - visite: 134) »

:: [ Cinema ] Fatos Berisha • Regista di The Flying Circus , di GioMa (Pubblicato il 07/12/2019 16:15:13 - visite: 150) »