Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Sei nella sezione Proposta_Poesia
gli ultimi 15 titoli pubblicati in questa sezione
gestisci le tue pubblicazioni »

Pagina aperta 1547 volte, esclusa la tua visita
Ultima visita il Mon Aug 3 18:01:38 UTC+0200 2020
Moderatore »
se ti autentichi puoi inserire un segnalibro in questa pagina

Canti Orfici - La Verna, ritorno

di Dino Campana 

Proposta di Roberto Mosi »

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 15/09/2011 23:48:53

II
RITORNO
.
8. SALGO (nello spazio, fuori del tempo)
.
L'acqua il vento
La sanità delle prime cose -
Il lavoro umano sull'elemento
Liquido - la natura che conduce
strati di rocce su strati - il vento
Che scerza nella valle - ed ombra del vento
La nuvola - il lontano ammonimento
Del fiume nella valle -
E la rovina del contrafforte - la frana
La vittoria dell'elemento - il vento
Che scherza nella valle.
Su la lunghissima valle che sale in scale
La casetta di Sasso sul faticoso verde:
La bianca immagine dell'elemento.
.
.
La tellurica melodia della Falterona. Le onde telluriche. L'ultimo
asterisco della melodia della Falterona s'inselva nelle nuvole. Su
la costa lontana traluce la linea vittoriosa dei giovani abeti,
l'avanguardia dei giganti giovinetti serrati in battaglia, felici nel sole
lungo la lunga costa torrenziale. In fondo, nel frusciare delle nere
selve sempre più avanti accampanti lo scoglio enorme che si
ripiega grottesco su sè stesso, pachiderma a quattro zampe
sotto la massa oscura: E varco e varco.
Campigno: paese barbarico, fuggente, paese notturno,
mistico incubo del caos. ( . . . )


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Roberto Mosi, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Roberto Mosi, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Sinfonia per Bivigliano , di Roberto Mosi (Pubblicato il 05/03/2017 21:39:39 - visite: 538) »

:: Dopo i soliti urli , di Roberto Mosi (Pubblicato il 24/02/2017 19:23:56 - visite: 644) »

:: Ricordo della strage , di Roberto Mosi (Pubblicato il 02/08/2015 21:53:11 - visite: 778) »

:: Cantata: Storni in volo su Bivigliano , di Renato Simoni (Pubblicato il 25/08/2011 18:51:49 - visite: 1022) »