:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 

Ogni lettore, quando legge, legge se stesso. L'opera dello scrittore è soltanto una specie di strumento ottico che egli offre al lettore per permettergli di discernere quello che, senza libro, non avrebbe forse visto in se stesso. (da "Il tempo ritrovato" - Marcel Proust)

Desiderio

di Henri de Régnier  

« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »




Pubblicato il 23/06/2016 13:04:50

Vœu

Je voudrais pour tes yeux la plaine

et une forêt verte et rousse,

lointaine

et douce

à l'horizon sous un ciel clair,

ou des collines

aux belles lignes

flexibles et lentes et vaporeuses

et qui sembleraient fonder en la douceur de l'air

ou des collines

ou la forêt...

 

Je voudrais

que tu entendes,

forte, vaste, profonde et tendre,

la grande voix sourde de la mer

qui se lamente

comme l'amour;

Et, par instant, tout près de toi,

dans l'intervalle,

que tu entendes,

tout près de toi

une colombe

dans le silence,

et faible et douce

comme l'amour,

un peu dans l'ombre

que tu entendes

sourdre une source.

 

Je voudrais des fleurs pour tes mains

et, pour tes pas,

un petit sentier d'herbe e de sable

qui monte un peu, qui descende

et tourne et semble

s'en aller au fond du silence

un tout petit sentier de sable

où marqueraient un peu de tes pas

de nos pas

ensemble.

 

Desiderio

Vorrei per i tuoi occhi la pianura

e una foresta verde e rossa,

lontana

e dolce

all'orizzonte sotto un cielo chiaro,

oppure colline dai bei lineamenti

flessibili  vaporosi e lenti

e che sembrino fondere nella dolcezza dell'aria,

o le colline

o la foresta...

 

Vorrei

che tu sentissi,

forte, tenera, profonda e vasta,

la grande voce del mare

che si lamenta

come l'amore;

e, ogni tanto,

nell'intervallo,

che tu sentissi accanto,

nel silenzio, una colomba

dolce e debole

come l'amore,

e, un po' in penombra,

che tu sentissi

la sorgente che sgorga.

 

Vorrei fiori per le tue mani

e, per i tuoi passi,

un piccolo sentiero d'erba e di sabbia

che salga un po', e poi discenda

che giri e paia

sprofondare nei silenzi.

Un piccolo sentiero di sabbia

dove restino un po' dei tuoi passi

e, di noi, i nostri passi.

 

Da Henri de Régnier, Poèmes, Editeur Ulan Presse, 2012, (Les médailles d'argile)

 

 

Traduzione di Alessandra Ponticelli Conti, Firenze, 23 giugno 2016

 


« indietro | stampa | invia ad un amico »
# 0 commenti: Leggi | Commenta » | commenta con il testo a fronte »

I testi, le immagini o i video pubblicati in questa pagina, laddove non facciano parte dei contenuti o del layout grafico gestiti direttamente da LaRecherche.it, sono da considerarsi pubblicati direttamente dall'autore Alessandra Ponticelli Conti, dunque senza un filtro diretto della Redazione, che comunque esercita un controllo, ma qualcosa può sfuggire, pertanto, qualora si ravvisassero attribuzioni non corrette di Opere o violazioni del diritto d'autore si invita a contattare direttamente la Redazione a questa e-mail: redazione@larecherche.it, indicando chiaramente la questione e riportando il collegamento a questa medesima pagina. Si ringrazia per la collaborazione.

 

Di seguito trovi le ultime pubblicazioni dell'autore in questa sezione (max 10)
[se vuoi leggere di più vai alla pagina personale dell'autore »]

Alessandra Ponticelli Conti, nella sezione Proposta_Poesia, ha pubblicato anche:

:: Tardi nella vita , di Pierre Reverdy (Pubblicato il 08/02/2024 12:35:39 - visite: 126) »

:: Non seppellitemi in una terra di schiavi , di Frances E. W. Harper (1825-1911) (Pubblicato il 09/02/2017 11:55:06 - visite: 2437) »

:: Quel fiore , di Hejar (Pubblicato il 04/04/2016 18:12:54 - visite: 930) »

:: Il gelo, traduzione di Alessandra Ponticelli , di Emile Verhaeren ( 1855-1916) (Pubblicato il 03/01/2016 17:30:42 - visite: 1738) »

:: Panorami grandissimi , di Lorenzo Calogero (Pubblicato il 29/11/2015 17:21:00 - visite: 914) »

:: Attraverso le stelle , di Luis de Gongora y Argote (Pubblicato il 28/10/2015 19:53:11 - visite: 2052) »

:: Quando si perde il segnale , di Joan Margarit (Pubblicato il 04/12/2014 22:01:58 - visite: 602) »

:: Come le cose di terracotta , di Reiner Kunze (Pubblicato il 30/11/2014 21:41:02 - visite: 633) »

:: Una bacchetta magica , di Gaetano conti (Pubblicato il 23/11/2014 18:25:30 - visite: 1403) »

:: Il silenzio dei violini , di Roberto Malini (Pubblicato il 04/11/2014 12:53:42 - visite: 763) »