:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 classifica e vincitori del Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Alessandra Ponticelli Conti
Pensare

Sei nella sezione Commenti
 

 Alessandra Ponticelli Conti - 14/06/2017 14:49:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Carissimo Nando,
grazie!

 Nando - 08/06/2017 06:54:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

È un testo di prosa poetica ovvero è una vera poesia, che in pochi tratti descrive un affresco sociologico ed antropologico direi pure, poiché quella solitudine e abbandono non appartengono alla natura umana, ma sono un prodotto culturale e sociale, sono ciò che siamo diventati come struttura organizzata di società, i nostri valori o meglio disvalori; in tempi remoti o in altre civiltà oppure etnie - pensiamo alle comunità tribali - non era così, anche se probabilmente potevano esserci altre esclusioni. Ecco, possiamo parlare di esclusione: il nostro modello economico e sociale tende ad escludere la persona e ad includere il "funzionale" al sistema. Infine, il testo ha anche un valore filosofico o teologico, poiché richiama una specifica finalità umana: la fraternità.
Come sempre, maestra di scrittura, hai saputo restituire , in trasfigurazione narrativa qui, un dato del reale.

Un forte abbraccio

 Alessandra Ponticelli Conti - 07/06/2017 13:44:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Carissimi Antonello e Giacomo, grazie per avermi letto!

 Giacomo Colosio - 04/06/2017 14:43:00 [ leggi altri commenti di Giacomo Colosio » ]

Bello questo miniracconto, che fa pensare...io trovo geniale il contrasto bello brutto, buono cattivo...la penso come te sul mondo, e tuttavia credo che la buona azione metta ancor più in risalto la bruttura del mondo attuale, visto che non se ne fanno più...ciaociao

 Antonello Farris - 03/06/2017 17:58:00 [ leggi altri commenti di Antonello Farris » ]

Beh, Alessandra, ti leggo per la prima volta e mi dai da pensare! Scherzo...Tu dici che il mondo fa schifo. Ma il tuo gesto di aiutare la vecchietta ammalata è bellissimo.E allora perchè questo pessimismo cosmico? Nel mondo ci sono anche molte persone che come te compiono bei gesti. Non so... Appena ho tempo leggerò le altre cose che hai scritto, voglio conoscerti meglio.