:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE CON LE NOSTRE LETTURE CONSIGLIATE
Il vuoto è pieno di poesia, articolo di Donato Di Stasi
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Amina Narimi
Dirimpetto

Sei nella sezione Commenti
 

 Gil - 22/01/2018 00:04:00 [ leggi altri commenti di Gil » ]

Oh, Narimi, mai io esprimerei un complimento ad un poeta, ancor meno potrei farlo con un poeta sì immenso quale tu sei; solo sempre esprimo la "mia" verità ovvero il mio sentire un poeta, spesso condivisa da chi è migliore di me. Così accade che quel che io intuiscono del tuo genio poetico, i critici letterati lo confermino con le loro colte disamine della tua produzione poetica. Il resto delle tue parole è altra e purissima poesia (che non merito).

 Amina Narimi - 21/01/2018 23:54:00 [ leggi altri commenti di Amina Narimi » ]

Oh Gil vuoi che magenti tutto il viso !?

Io non sono brava come te a fare complimenti,
però so che i quattrostracci, che coprivano la pelle di quei ragazzi che eravamo tanto fa, sono gli stessi indossati dai bambini in cui ci siamo trasformati camminando

 Gil - 21/01/2018 23:36:00 [ leggi altri commenti di Gil » ]

Come posso presentarmi, io, miserevole nella parola, se non muto nell’ascolto dinanzi a colei che, devoto, vedo elevata più di una vetta d’alta montagna, profonda più di un oceano, luminosa più di una stella e di poetica bellezza come eloquisse con la lingua d’un angelo?

 Amina Narimi - 21/01/2018 23:28:00 [ leggi altri commenti di Amina Narimi » ]

Sì_è quel dirimpetto_originario, Gil, con i corpi al solo spazio della libertà, e insieme orizzontali come un bacio sulla bocca


( nelle vesti che indossiamo nella stanza accanto mi hai promesso la mutezza dell’ascolto, come non nascondermi tra gli a.forismi per udire la tua voce dirimpetto ? )... :)



 Gil - 21/01/2018 22:58:00 [ leggi altri commenti di Gil » ]

Leggerti aforista mi ha provocato un sussulto, poiché non sono abituato a vederti in altre vesti se non quelle della poesia, ma è stata una piacevole conferma del tuo genio e della tua profondità; hai saputo dire in due righe la bellezza di ogni relazione positiva Io-Tu, plasticamente eccellente in Adamo ed Eva. O almeno così mi pare.