:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Amina Narimi
Fedele all���invisibile

Sei nella sezione Commenti
 

 Paolo Ottaviani - 25/03/2016 21:30:00 [ leggi altri commenti di Paolo Ottaviani » ]

...Cosa vedono i tuoi occhi...?...quel prodigio fedele allinvisibile"... Grazie Amina!

 Liliana Zinetti - 23/03/2016 15:21:00 [ leggi altri commenti di Liliana Zinetti » ]

Notevole e non posso che confermare quanto detto nel commento sopra.
Testo di non facile comprensione, ma talmente ricco di immagini suggestive da commuovere, il mistero che ogni poesia reca in s. L’incanto di Amina, delle sue parole che muovono dentro, come ali.

 Gil - 22/03/2016 18:44:00 [ leggi altri commenti di Gil » ]

C’ un miracolo nascosto in questa poesia, o meglio: nella lingua poetica di Amina ( e si manifesta con potenza al ritorno dagli haiku, che pure non la trovavano estranea alla sua grandezza), come il miracolo segreto delle foglie, offerte alla masticazione del viaggio o alle schiene affaticate e rese chine dalla vita; sicch in precomprensione intellettuale, il cuore di chi legge affoga nella luce chiara delle immagini o nella sapienza antropologica di un sapere, assunto in s parola ventre di una madre, lo porta alla bocca dei suoi figli, con "la porta stretta di una retina dove s’inginocchia il cielo" (sublime passaggio), affinch coi passi che smuovono la polvere, vedano l’orizzonte oltre la luce e nella notte del viaggio, osano l’invisibile nella voce di una donna ancora madre.