:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Amina Narimi
Il suono antecedente . . . l���avverbiale

Sei nella sezione Commenti
 

 cristina bizzarri - 22/05/2021 09:47:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Quello che non si riuscirebbe a dire, quello che non si potrebbe comprendere, tu ce lo offri. E ogni volta ci fai sentire che tutto in noi e noi e con noi, anche se lo abbiamo dimanticato e abbiamo paura. Ma qui da te anche la paura (o i suoi residui per alcuni) del mondo e del suo mistero si fa stupore, commozione, silenzio pieno davanti a Questo.

 Laura Turra - 19/05/2021 07:28:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

"(Se ci passi sopra gli occhichiari
puoi sentire ancora le incisioni della selce, trasmesse dal respiro,
sulla roccia amante dei licheni.)"

Questo inciso, il tra parentesi che solo tu sai vedere nelle cose viventi, quel sentire con gli occhi che ti appartiene profondamente, Amina Un abbraccio di luce