Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio letterario "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" - V edizione (2019)
PUBBLICATA LA CLASSIFICA FINALE | e-book del Premio | Interviste ai vincitori
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Angelo Ricotta
Imprenditori e Decreto Dignità

Sei nella sezione Commenti
 

 Angelo Ricotta - 11/09/2018 16:24:00 [ leggi altri commenti di Angelo Ricotta » ]

x Elisa
Fermo restando che per me un lavoro deve essere a tempo indeterminato perché solo così una persona può programmarsi una dignitosa esistenza, sono cosciente dei timori e dei problemi dei datori di lavoro che considero a loro volta dei lavoratori. Perciò sarei d’accordo che in deroga ai contratti di tipo nazionale, che devono indicare il quadro generale, si inserissero nei contratti di lavoro individuali condizioni particolari che tutelino sia il dipendente che il datore di lavoro. Se si è onesti questi accordi si possono fare.

 Elisa Falciori - 11/09/2018 14:55:00 [ leggi altri commenti di Elisa Falciori » ]

Credo che lo spauracchio degli imprenditori ad assumere a tempo indeterminato, sia trovarsi ad avere a che fare con un assenteista che di solito si maschera bene quando non ha un posto sicuro.
A mio parere il tempo indeterminato dovrebbe essere legato a una responsabilità diretta dell’azienda, in veste di obiettivi aziendali e premi relativi oppure quote azionarie che elargendo utili, incentivano e annullano le assenze.
Buona giornata Angelo.