:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Raffaela Fazio
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Anna Giordano
Riflettere

Sei nella sezione Commenti
 

 Arcangelo Galante - 28/01/2018 11:30:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Mesta riflessione, al contempo, altamente veritiera.
Un testo dedicato all’orrore di atroci e indicibili atteggiamenti, per la crudeltà con cui vengono perpetrati, spesso, anche con piena consapevolezza, sul male che si sta per compiere.
Vengono i brividi, leggendo queste righe, meritevoli di nota per il valore emblematico di un sì tale struggente e agghiacciante fenomeno.
Intensa e toccante esposizione ove, il pathos della pubblicante, rivela profonde considerazioni, in merito alla tematica intavolata, che suscita, ancora oggi, sdegno e spinosa sofferenza, per quanti potrebbero essere state vittime, e non solo artefici, di simili e disumane tragedie.
Inoltre, quanto letto, mi ha suggerito il pensare a chi ha la consapevolezza della propria metà oscura: quella parte che molti rinnegano e fanno finta di non vedere né sentire; un poco come chi finge di ignorare ciò che avviene.
Il “demone” è nell’uomo stesso, annidato nel profondo, non solamente fuori dall’interiore mondo umano.
Pure questo è un altro messaggio, suggeritomi dal contenuto proposto.
Opera didascalica e di ammonimento, interamente condivisa e apprezzata.
Cordialmente, saluto!

Commento non visualizzabile perché l'utenza del commentatore è stata disabilitata o cancellata.