:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE CON LE NOSTRE LETTURE CONSIGLIATE
Il vuoto è pieno di poesia, articolo di Donato Di Stasi
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Salvatore Armando Santoro
Quel presepe perduto

Sei nella sezione Commenti
 

 cristina bizzarri - 07/01/2018 18:56:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Mi ricorda il Pascoli malinconico e simbolista questa tua dolce e bella poesia.

 Arcangelo Galante - 07/01/2018 18:20:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Adoro i presepi, soprattutto quelli siciliani, napoletani, e quelli viventi!
La scenografia immaginaria emergente dalla lettura, per come è stata descritta nell’incipit, la trovo veramente interessante, giacchè ha come scopo il rappresentare quel "tempo perduto" in cui poter inserire personaggi rappresentativi di un luogo, che nessuno potrà mai veramente dipingere, pur adoperando le migliori parole.
La solarità dei ricordi impressi nella mente dell’autore, ne è la prova lampante.
Sinceri complimenti!