:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021: classifica
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Salvatore Armando Santoro
Indifferente

Sei nella sezione Commenti
 

 Arcangelo Galante - 16/01/2018 16:13:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

L’essere indifferenti, dopo tante prove subite, è altamente giustificabile e l’autore, già nell’incipit, descrive quelle sensazioni sulle mancate emozioni, trasmesse da uno scritto, ormai accecato, dalla vita stessa.
Ed è allora che i ricordi spaziano nel tempo, rimembrando tutto l’amore, soprattutto per la propria terra, sempre presente nei testi del poeta.
Lo sguardo, incantato, si sofferma sul borgo, le sue case bianche, il campanile, ed anche il cimitero, ed è in quell’istante che sorge l’alba, a rasserenare il cuore, sentendosi meno soli... ma indifferenti.
Una bella poesia, che ho letto e intimamente apprezzato.
Amichevolmente, saluto. :-)