Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
BUONA ESTATE
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Guido Balbo
Viti

Sei nella sezione Commenti
 

 Arcangelo Galante - 29/05/2020 10:29:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Una vite di ferro è una delle cose meno emotive o umane che verrebbero in mente al lettore.
Eppure, il poeta, la adopera, metaforicamente, allo scopo di esprimere un messaggio significativo.
Difatti, la vita è come un fabbro: può plasmare dadi e bulloni di ferro in forme “sensibili” che, nonostante le loro semplici forme, sembrano cariche di sentimenti giacché le viti, apparentemente, altro non son che metallo, al servizio di un meccanismo esistenziale, ove il cuore resta assente.
Ma se lo adoperassimo al meglio, gli esseri viventi, non sarebbero più “parte di una minuteria maggiore” che, troppo spesso, non lo considera affatto.
Considerazioni da apprezzare appieno.
Grazie per aver condiviso nuovamente parte del tuo sentire.
Amichevolmente, saluto!