:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di cristina bizzarri
Il cappellaccio

Sei nella sezione Commenti
 

 Loredana Savelli - 06/07/2015 13:55:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Bella, spontanea, diretta, essenziale. Bellissima, dunque.

  Cristina Bizczarri - 06/07/2015 09:15:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizczarri » ]

Nando, Elsa: spesso quando vado al mare - un tempo era villeggiatura, adesso ci abito proprio - rivedo mio padre, sento la sua voce, mi sembra di vederlo ancora arrivare con la sua aria pacata e sorridente che per me era fonte di gioia e rassicurazione. E in quei momenti penso che i nostri "andati" forse non lo sono davvero, che la morte è solo un sequestro momentaneo in altre dimensioni. Sono sensazioni, scherzi della mente ... ma il mistero rimane.
Buon lunedì! Vado a chiudere con i colleghi il "pacco" degli esami!

 Elsa Paradiso - 06/07/2015 08:54:00 [ leggi altri commenti di Elsa Paradiso » ]

Ci sono ricordi che nulla può fermare, e sempre emergono ... liberi di sguinzagliare la nostra nostalgia.
Bellissima.
Ciao, Cristina.

 Lig E. Norant - 05/07/2015 19:55:00 [ leggi altri commenti di Lig E. Norant » ]

L’esperienza che lo spiaggista fa del mare, occorre dire che è simile per l’emozione che la distesa d’acqua e l’affollamento della riva fa affiorare alla coscienza. Trovo interessa quel contrasto tra parola o luce ovvero la luce che, come un guscio, contiene le parole: ombre discorsive del concettuale o della percezione “istintiva” dell’anima; ma la momento epifanico succede il più “ordinario” e forse tranquillante sorriso di un cappellaccio, segno di un’altra estate che corre i binari consueti di una normalità (ma attenzione: è una normalità rivoluzionaria, se accoglie in sé la forza dirompente dell’Amore).

Ciao, Professorissima…

 Cristina Bizzarri - 05/07/2015 14:50:00 [ leggi altri commenti di Cristina Bizzarri » ]

Grazie Silvia e Luciano, per il vostro intenso sentire e la vostra empatia!

 Luciano Rosario Capaldo - 05/07/2015 14:25:00 [ leggi altri commenti di Luciano Rosario Capaldo » ]

Cristina, emozionati versi malinconici che accompagnano tanti bei ricordi. Apprezzata.
Luciano

 Silvia De Angelis - 05/07/2015 06:42:00 [ leggi altri commenti di Silvia De Angelis » ]

Bellissimo "quel sorriso venire verso me, senza arrivare" che lascia intravedere un senso nostalgico, intinto nei ricordi, che tornano insistenti nel profumo di salsella marina....
Tante emozioni, come sempre, nei tuoi magnifici versi, Cris, buona domenica e un sorriso,silvia