:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 classifica e vincitori del Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di cristina bizzarri
Stanno su

Sei nella sezione Commenti
 

 cristina bizzarri - 13/04/2022 12:42:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

E sempre i tuoi commenti, Salvatore, profondi, incisivi, arricchenti. Grazie, è un bel luogo questo de La Recherche. Davvero.

 Salvatore Pizzo - 13/04/2022 02:30:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

Non potrei che aggiungere e "stanno su" anche nonostante noi. Li sento molto accorati questi tuoi versi: intensi, ricchi di tutto quel nondetto che ci gira attorno alle"cose", rivestendole/ci di quella semplicità che all’oggi sfugge. Tanto siamo(o siamo sempre stati?) "nude icone".
È una gran bella esperienza leggerti poesia.
Un caro saluto sempre

 cristina bizzarri - 12/04/2022 14:17:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Laura, è così come tu dici e come io volevo dire, anche. Grazie davvero della tua lettura. Fa bene buttar giù pensieri, il nostro sentire. Così come ognuno di noi è capace di fare. Tanto basti.

 Laura Turra - 12/04/2022 09:45:00 [ leggi altri commenti di Laura Turra » ]

Sì, Cristina, le cose fanno parte di quel mondo misterioso e fecondo che è la nostra vita e, non ultimo "consolano" E la guerra ci fa capire la sua terribile devastazione perché uccide persone e cose insieme.
Grazie sempre del tuo garbo, della tua innata poesia.

 cristina bizzarri - 12/04/2022 09:12:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Tutte le cose che ci stanno intorno partecipano al mistero della vita. Mute, sono dense di un senso a noi sconosciuto eppure vibrano di noi, delle nostre storie, di tutto quello che volenti o nolenti emaniamo. Si potrebbe dire che sono sentinelle e osservatrici, anche se non ci facciamo caso se non poche volte. Ribadiscono i nostri quesiti che non trovano risposte certe, rimanendo salde ai loro posti. Per usare un parolone, hanno una loro metafisica ... e ci sono compagne e consolatrici. Almeno è quello che immagino e credo.
Grazie per il graditissimo commento!

 Francesco Rossi - 11/04/2022 19:17:00 [ leggi altri commenti di Francesco Rossi » ]

Le cose. Quali? Ci si potrebbe domandare ma quando l’autrice scrive " scorze di noi "nude icone" apre concettualmente a quello che la vita ha forgiato nel nostro essere, nella nostra esistenza. Letta con gran interesse.