Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Lorena Turri
Come gramigne

Sei nella sezione Commenti
 

 Alessandra Ponticelli Conti - 30/05/2012 19:14:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Molto bella!

 Loredana Savelli - 29/05/2012 23:20:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Molto bella.

 Valentina Rosafio - 29/05/2012 19:38:00 [ leggi altri commenti di Valentina Rosafio » ]

bellissima poesia.
Valentina

 Luciana Riommi Baldaccini - 29/05/2012 18:25:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

Lorena, il terremoto è un’esperienza terribile. Io, pur essendo di Roma, ho avuto la "ventura" di vivere quello del 97/98: all’epoca abitavo in Umbria e andavo per lavoro anche nelle Marche. L’ho vissuto in "stereofonia", con momenti di vero e proprio panico. E poi, come non immedesimarsi con tutti coloro che qui, come allora in Umbria e come a L’Aquila, vedono cadere in briciole non solo la loro casa ma tutto ciò che appartiene alla loro vita?! Sono veramente addolorata anch’io per quello che sta succedendo.

 Lorena Turri - 29/05/2012 18:03:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

La Natura sembra, in questi tristi giorni di maggio, volerci persino strappare dalla nostra terra, come fossimo erbacce.
Questa poesia la dedico a tutti coloro che stanno vivendo il dramma del terremoto.
L’avevo già pubblicata molto tempo fa ma, dal momento che non c’erano commenti, ho voluto riproporla in questo giorno di profondo dolore.
Stamattina sentito bene la scossa. La Garfagnana, dove vivo, è zona ad alto rischio sismico e nel corso della mia vita tante volte ho avuto paura.
Mi sento molto vicina alle persone colpite.

 Luciana Riommi Baldaccini - 29/05/2012 17:34:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi Baldaccini » ]

"disadattati". come mi piace essere disadattata! Sì, cara Lorena, troppo spesso siamo schiavi di categorie del tutto arbitrarie, come per esempio quando piove e diciamo "c’è brutto tempo": è un po’ come trattare male la gramigna.
Molto ben scritta questa tua poesia.

Buon pomeriggio