:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Raffaela Fazio
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Francesco Repetto
Sulla mia barba

Sei nella sezione Commenti
 

 Madame - 31/08/2011 01:24:00 [ leggi altri commenti di Madame » ]

ovvero...ti sto aspettando

 Madame - 31/08/2011 01:23:00 [ leggi altri commenti di Madame » ]


Io la sento.
Stanotte l’anima
è con me,
ti accasci
schivo e timido,
ed io non ho voce...
ma ciò che urlo
è di fissare il mio
battito di palpebre
che attendono decise

 Maria Musik - 22/06/2011 19:16:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

L’inizio è promettente, fin da quel "si" riflessivo della catarsi che, scindendosi, introduce la sonorità del "s’inciampa... s’incanta...".

La chiusa mi lascia perplessa.
Questa esile chitarra/stanca/su un cuscino di capelli/nei suoi occhi verdi,/come goccia di miele/sulla mia barba.
Fino all’evocazione del corpo femmineo ed il suo languore sprofondato su capelli/cuscino (di una con così tanti capelli ci si può fidare... De Gregori docet!) tutto O.K. benchè l’accostamento chitarra-donna sia un po’ abusato. Ma, poi, c’è qualcosa che non funziona nei versi: forse, quel "nei" o la virgola o, la butto lì, una parola che evochi il vedere la goccia di miele riflessa negli occhi verdi...
Comunque, visto il successo tutto al femminile, la mia è solo una lettura diversa. ;-)
Forse, in questo caso, suggerirei alla tua fan/aspirante sposa, di superare un tantino la "materia" del poetare ed entrare nel merito della poesia.

 carola bruno - 22/06/2011 18:04:00 [ leggi altri commenti di carola bruno » ]

io non sono come sai molto interessata alle lettere, ma devo ammettere che tante persone fra chi ti commenta sembrano interessate al tuo modo di scrivere e non solo :-)
la mia stima la conosci, non c’è bisogno di parole superflue

 monica martinelli - 21/06/2011 13:29:00 [ leggi altri commenti di monica martinelli » ]

Io non trovo che sembra una poesia scritta da un seduttore o amatore che affina le armi della seduzione. Ma semplicemente da un uomo (con la barba!) che regala i suoi versi d’amore dal sapore d’assenzio e di miele…
un saluto
monica

 maura - 20/06/2011 10:43:00 [ leggi altri commenti di maura » ]

Mi accorgo che la narrazione dei tuoi versi si lascia catturare da commenti di ogni sorta. Non è facile smettere di leggerti, di volta in volta ci si nutre di questa forza e si tende a lasciarsi rapire, come ascoltando musica d’autore. Non è difficile comprendere l’entusiasmo che generi nei lettori.

 Francesco Repetto - 20/06/2011 09:42:00 [ leggi altri commenti di Francesco Repetto » ]

Molto onorato, ma sono costretto a rifiutare, non c’è bisogno che rifletta.. Ho già dato, dopo un primo matrimonio, mi è stato consigliato di non ricadere in errore..

 Patrizia - 20/06/2011 09:21:00 [ leggi altri commenti di Patrizia » ]

Avresti dovuto darle un titolo più audace, vuoi un suggerimento?
Cunnilingus...
Se usi la bocca e le dita e ne sono certa, come usi la voce quando leggi le mie poesie, potrei chiederti la mano...
Mi sposeresti? Potremmo scrivere tante ma tante liriche interessanti... Sono seria, riflettici...

 Loredana Savelli - 20/06/2011 09:05:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Molto d’effetto: non si sa chi sia il seduttore e il sedotto...
Ciao