:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Arcangelo Galante
Identit��

Sei nella sezione Commenti
 

 Arcangelo Galante - 17/12/2017 17:28:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Gentile Raffaele, innanzitutto, grazie per la spontanea partecipazione.
Anche tu, assieme a coloro che thanno preceduto, hai esposto correttamente una valida opinione, e, di questo, te ne sono sinceramente grato.
Non nascondo di scoprirmi un poco idealista nel pensare che, nel web, navighino ancora persone in grado di essere se stesse, in maniera autentica, giammai costruita.
Emulare o, persino, copiare virtualmente loriginalit di chi comunica, scrivendo, un malaffare, in quanto, tale finzione, inevitabilmente, si ritorcer loro contro.
Resta ovvio che esistono alcuni personaggi scaltri e capaci di celarsi bene, persino pubblicizzando qualit interiori che non posseggono.
Anche se, nella vita, mai si smetter di apprendere, come nella realt di tutti giorni, ahim, questi elementi, spesso si incontreranno.
Il mio spirito desidera concentrarsi su quella bellezza interiore che, malgrado sia sempre pi rara da incontrare in un virtual place, permette di arricchirmi, in virt di affinit comuni.
Allietato per il contributo che hai lasciato, tauguro un buon proseguimento di serata.:-)

Commento non visualizzabile perch l'utenza del commentatore stata disabilitata o cancellata.

 Arcangelo Galante - 16/12/2017 20:05:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Benvenuto, Ferdinando. Il tuo commento offre molti spunti di riflessione, che possono leggermente divagare, rispetto al contenuto aforistico.
La modernit, ha sostituito lapproccio reale, con opportune e casuali conoscenze, tramite il mondo virtuale, modificando, cos, il modo di relazionarsi e, specialmente, condizionando ogni forma di umana espressione, anche a carattere sociale, emozionale e percettiva. Resta indubbio, che non bisogna demonizzare i blog, i social n il web, strumenti di sperimentazione ed arricchimento personali, ma sempre ricordandoci di utilizzarli in maniera equilibrata, senza considerarli come assoluti mezzi di interazione con le persone. Lascolto, scaturito dal suono di una voce, lincrociare uno sguardo e, persino, ricevere sensazioni realmente concrete, nel momento di uno scambio reciproco, non sono del tutto inutili, al fine di nutrire lanima che, oggigiorno, spesso stimolata da impulsi elettronici, da unimmagine virtuale o da una messaggistica veloce, ma non completamente tattile, per i sensi.
Altro punto saliente, risiede nellanonimato di coloro, che utilizzano blog ed internet, deludendo, illudendo ed ingannando i sentimenti, sgorgati da una buona fede che, purtroppo, inevitabilmente, potrebbe subire dispiaceri per un qualcosa di estremamente fittizio, nonostante ritenuto veritiero, allinizio di un contatto impostato attraverso un pannello elettronico.
Ci si deve augurare di incontrare personaggi autentici, quando si ha voglia di scambiare due chiacchiere con un video, il quale ci presenta tanti profili, e chiss quanti inventati e non utili, pure alla crescita personale. Al di l di tale considerazione, ci si potrebbe soffermare nellanalizzare la diffusione di un mondo privato che, sfociando nei social, sta perdendo il gusto ed il piacere del contatto reale.
Certamente anche il web pu serbare situazioni positive, di rapporti visibili, autentici e duraturi, per quanti lo sanno usare con spirito sincero ed in buona fede: del resto, questo nuovo scenario, pare, oggigiorno, essere la vita, ossia offrire una mescolanza di aspettative individuali le quali, apparentemente, viaggiano di pari passo sui binari della virtualit.
Ti auguro un buon week-end, ringraziandoti per la traccia lasciata col tuo passaggio, sempre gradito.

 Ferdinando Battaglia - 16/12/2017 18:13:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Credo ci siano tracce di un passaggio ovunque sia lo spazio ed il tempo considerati, quindi nel web come prima del web, quest’ultimo certo amplifica ci che accade di simile fuori della rete, certo genera anche nuovi fenomeni sociocomportamentali; non sarei perci categorico nel derivare il contenuto aforistico soltanto dall’uso e consumo del web; d’altronde, l’esperienza dimostra, che rapporti "visibili", autentici e duraturi hanno trovato origine anche e proprio sul web

Buona serata, Arcangelo.

 Arcangelo Galante - 16/12/2017 16:01:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Un caloroso saluto, gentile Franca Colozzo. Il commento lasciato, calza alla perfezione con il contenuto, espresso nellaforisma. Molto apprezzata, questa similitudine con la bava della lumaca, che al di l della sua trasparenza, lascia, comunque in unindelebile traccia del percorso, fatto dal gasteropode. Ringrazio per lattenzione che mhai dedicato. Un abbraccio alla tua sensibile anima.:-)

 Franca Colozzo - 16/12/2017 11:41:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Vero, tutto resta sul web come la scia della lumaca il cui passaggio s’evidenzia nella trasparente, quasi invisibile, traccia.