:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: le interviste agli autori
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giuseppe Bisegna
Movimento singolo con febbre

Sei nella sezione Commenti
 

 cristina bizzarri - 20/12/2018 12:34:00 [ leggi altri commenti di cristina bizzarri » ]

Penso,leggendo, a come la rivoluzione sia uno stato interiore, nel senso che inizia da un movimento interno - a volte anche bloccato ma non importa: la rivoluzione scorre dentro. E l’ironia è un gioco non solo linguistico, è terapeutica contro l’assalto del super io. Oltre, sì, super, no. Quella che non vuole guerra, la vera rivoluzione cioè, quella della consapevolezza di noi stessi, al limite dei nostri limiti. Piaciutissima, anche cantata!