:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
“Tre monologhi. Penna, Morante, Wilcock”, di Elio Pecora [collana Racconti (Teatro)]
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Graced
Obliqua luce

Sei nella sezione Commenti
 

 Graced - 25/02/2018 10:08:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Per Franca Colozzo, Grazie per la tua attenta disamina, spesso il tempo agisce sul nostro umore, in questo caso lo peggiora. Un grazie per il tuo gradito passaggio, ti auguro una serena domenica. Graced

Per Giuseooina Iannello. Ti ringrazio per l’apprezzamento ed il gradito commento. Un caro saluto ed un abbraccio da Grazia!

 Giuseppina Iannello - 23/02/2018 10:27:00 [ leggi altri commenti di Giuseppina Iannello » ]

Versi profondi che fanno riflettere... Esprimono, da parte della soave Poetessa l’anelito alla luce e il rammarico per il buio che incombe sulla terra.
Versi sublimi; molto apprezzati.

 Franca Colozzo - 22/02/2018 00:03:00 [ leggi altri commenti di Franca Colozzo » ]

Sembra di essere in quel turbinio di foglie, acqua scrosciante e vento. La terra si è offuscata, quasi schiacciata dalla volta del cielo e dai nembi scuri che si aggrovigliano in grige volute.
Tutte queste tempestose sensazioni vengono riflesse dall’anima della poetessa, gravata da un peso e da una velata tristezza.
La natura osservata in tutte le sue manifestazioni, anche le più violente, appare in tutta la sua forza maestosa e dirompente.
Ti auguro buona notte.

 Graced - 21/02/2018 20:26:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Grazie Salvatore, sei entrato nel nucleo della poesia, ti ringrazio di vero cuore per l’apprezzamrto e ti saluto caramente.

 Salvatore Pizzo - 21/02/2018 20:06:00 [ leggi altri commenti di Salvatore Pizzo » ]

...Di quando il mondo attorno, per versi, si fa riflesso di un’interiorità complessa e combattuta: il mondo ci appartiene, non solo come manifestazione esteriore di fenomeni atmosferici, bensì anche come proiezione della nostra umoralità, dunque riflesso emozionale. E, in questa veste, ci leggo dell’animo del poeta...
Molto ma molto apprezzata...
un caro saluto

 Graced - 21/02/2018 20:02:00 [ leggi altri commenti di Graced » ]

Si, Arcangelo, a volte, la natura sembra intrecciarsi con il nostro umore, con il nostro sentire e dà ancora più peso al nostro umore che,
magari, in quel momento non è dei più leggeri. Allora aumenta il disagio interiore. Grazie del passaggio e dell’approfondita disamina. Un caro saluto da Grazia!

Per Gianni Vavassori, ti ringrazio del gradimento e ti auguro felice Sera, Grazia.

Per Patrizia Luongo, Grazie del gradimento, Ti auguro serena serata, Grazia.

Per Evi Davoli, si, quando la natura ci si mette a farci sentire la sua forza, è veramente maestosa in ogni sua manisestazione. Un caro saluto da Graced.

 Edi Davoli - 21/02/2018 19:35:00 [ leggi altri commenti di Edi Davoli » ]

Ho immaginato cara Graced, dalla tua descrizione, la natura in queste fredde e grigie giornate.
Apprezzata!

 Patricia Luongo - 21/02/2018 18:20:00 [ leggi altri commenti di Patricia Luongo » ]

Molto bello il modo in cui canti i tuoi versi. Mi colpisce modo in cui descrivi la natura.

 Gianni Vavassori - 21/02/2018 18:14:00 [ leggi altri commenti di Gianni Vavassori » ]

Bella, sei propri brava, Hai portato tu la luce. Ciao

 Arcangelo Galante - 21/02/2018 16:34:00 [ leggi altri commenti di Arcangelo Galante » ]

Un turbinio di sensazioni, racchiuse in una lirica, che scorre velocemente, con la stessa rapidità e potenza di quel vento, giunto a scompigliare i giardini.
Descrizione di una giornata particolare, nella quale ogni cosa sembra ripiegarsi su se stessa, subendo le ire di un “tempo” che non può essere calmato.
Molto particolareggiate le descrizioni fatte dall’autrice, che danno la sensazione al lettore di assistere in prima persona a tali fenomeni, cercando quell’obliqua luce, che grava sull’anima di ciascuno di noi.
Poetico testo, che ho letto ed apprezzato, per stesura e contenuto.
Un luminoso saluto, gentilissima Grazia. :-)