Sostieni il nostro comune progetto: diventa Socio e/o fai una donazione
:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  :: Posta ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio "Il Giardino di Babuk - Proust en Italie" VII Edizione 2021
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Loredana Savelli
Equilibrio

Sei nella sezione Commenti
 

 Roberto Perrino - 06/01/2011 23:25:00 [ leggi altri commenti di Roberto Perrino » ]

... soprattutto quel senso di sospensione nell’attimo in cui "tutto puo’ accadere" ... molto bello!

 Roberto Perrino - 06/01/2011 23:24:00 [ leggi altri commenti di Roberto Perrino » ]

Questa bella composizione mi era sfuggita ... trasuda padronanza e consapevolezza dell’arte poetica che rende la lettura gradevole, senza intoppi, poi pensosa ...

 Carmelo Pirrera - 06/01/2011 13:20:00 [ leggi altri commenti di Carmelo Pirrera » ]

E’ una bella poesia, intensa con ampie zone d’ombra che moltiplicano sensazioni contrastanti, ma forse avrei voluto leggerla senza la maiuscola ad ogni inizio di verso che, a mio modesto avviso, ritarda la lettura, crea un inciampo. Forse ho torto, ma a quelle maiuscole non attribuisco nessuna funzione nell’economia del discorso. Chiedo scusa all’autrice, sono un ottuagenario pignolo, ma io la poesia la riscriverei senza quelle benedette maiuscole che risalgono a tempi più vecchi di me e, sempre a mio parere, non servono. Ciò detto, la poesia rimane bela.

 Loredana Savelli - 15/05/2010 06:31:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

La tua interpretazione, Stefano, è aderente alle mie parole e intenzioni. L’equilibrio dovrebbe essere la mia tensione costante, da Bilancia... (negli esercizi yoga ne ho pochissimo)
Un caro saluto

 stefano - 15/05/2010 01:26:00 [ leggi altri commenti di stefano » ]

nel momento sospeso dove tutto può succedere, se succede che cadi anche se non c’è la rete, al massimo finisci nelle acque che anche se sono mosse sono meglio dell’asfalto. Eppure c’è una tensione evocata in questo testo da funambolo con un pubblico un pò sado che assiste ad un rito, una preghiera, un sacrificio. Che poi non è detto che s’abbia da fare, finchè si sta in equilibrio almeno. Ma forse mi sono sbilanciato e ho travisato un pò tutto. Bei versi, raffinati ma densi di emozione, (tensione, appunto).