:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Pietro Menditto
Due colombi

Sei nella sezione Commenti
 

 Pietro Menditto - 19/07/2013 08:43:00 [ leggi altri commenti di Pietro Menditto » ]

Carissimi, grazie per i bellissimi commenti. Solo (rimedio adesso a una dimenticanza) preciso che anche questa poesia datata, risalendo, se non ricordo male, al 2005 circa.

Vi abbraccio forte.

 Nando - 18/07/2013 18:50:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Quello che subito mi ha colpito di questa tua, carissimo Pietro, il tocco magistrale nella forma; il contenuto quello tuo, di sempre, con la tua mente che osserva e analizza senza sconti, senza indulgenze n per s n per gli altri; ed sempre interessante leggerti, oltre che un’esperienza poetica di bellezza. Ma questa volta la tua scelta formale mi colpisce particolarmente, quasi un tuo discorso implicito rivolto ai lettori...
Se mi sono sbagliato, ti chiedo scusa. Resta comunque la bellezza della tua poesia.

Ciao Pietro

 Loredana Savelli - 18/07/2013 15:46:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Che bella! Anche io osservo i piccioni e la loro ottusa monogamia. Tu sei andato oltre, filosofeggiando sulla forma, sul colore, addirittura sulla predestinazione! Una meditazione molto alta, resa in poesia elegantemente. Il tuo punto di vista sempre originale, aperto a una visione universale e non-antropocentrica.
Un caro saluto

 Emilio Capaccio - 18/07/2013 11:53:00 [ leggi altri commenti di Emilio Capaccio » ]

Caro Pietro, davvero una splendida poesia; una delle tue pi belle, a mio modo di vedere; e tu eri quello che aveva perso l’ispirazione? Continua a scrivere poesie meravigliose come questa, non vorrei che tu avessi perso, inspiegabilmente, soltanto fiducia in te stesso.

Sei un poeta eccezionale, fidati di un amico che ti stima molto.

Un abbraccio, amico mio.