:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Maria Teresa Savino
PAZZIA

Sei nella sezione Commenti
 

 Censa Cucco - 20/12/2011 14:33:00 [ leggi altri commenti di Censa Cucco » ]

io so di cosa parli per averlo vissuto non attraverso, ma direttamente... pazzia e genialità sono sullo stesso binario, mi faccio coraggio così e spero non mi succeda mai più. Un saluto censa.

 Maria Teresa Savino - 05/12/2011 14:02:00 [ leggi altri commenti di Maria Teresa Savino » ]

La poesia "Pazzia",l’ho idealmente dedicata alla poetessa Alda Merini,con la quale ho avuto l’onore di intrattenermi al telefono più volte e che ne è stata la inconsapevole ispiratrice.Grazie,gentile Loredana, per il tuo commento.Un cordiale saluto.Maria Teresa

 Loredana Savelli - 04/12/2011 12:14:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

Eziogenesi della pazzia: sembrerebbe quasi una trattazione scientifica se non si percepisse il dolore che accompagna quest’esperienza (sia pure soltanto immaginata) e forse più del dolore la costernazione di doversi arrendere alla perdita del controllo su se stessi.
C’è quindi coscienza del dolore e della malattia.
Molto potente.

Un saluto