:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
🖋 Premio Il Giardino di Babuk - Proust en Italie - VIII edizione 2022
invia la tua opera in concorso (Poesia e Racconto breve)
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Maria Teresa Savino
Incubi

Sei nella sezione Commenti
 

 Censa Cucco - 20/12/2011 14:35:00 [ leggi altri commenti di Censa Cucco » ]

c’è sempre una svolta e una via d’uscita o qualcuno che ci aspetta alla svolta. La vita è catarsi, è metamorfosi e divenire...

 Maria Teresa Savino - 15/12/2011 17:53:00 [ leggi altri commenti di Maria Teresa Savino » ]

Gli incubi,per loro natura, presentano situazioni non certo illuminate da chiarità solare e se tali situazioni si cerca di comunicarle per il tramite della poesia,anche il verso deve coglierne l’oscurità,il disagio.Il labirinto è di per sè immagine di impervietà alla luce,di incertezza nella scelta della direzione giusta.Poi,il tutto si riscatta in un accenno di speranza:"Forse,alla svolta,c’è la via d’uscita".

 Meth Sambiase - 14/12/2011 19:29:00 [ leggi altri commenti di Meth Sambiase » ]

nel labirinto. E’ claustrofobico il verso, non c’è luce. S’intravede forse una stretta uscita nella chiusa. Viviamo tempi senz’anima (come negarlo?)