:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Valentina Rosafio
La scelta

Sei nella sezione Commenti
 

 Valentina Rosafio - 20/01/2013 17:12:00 [ leggi altri commenti di Valentina Rosafio » ]

Grazie a tutti!ancora una volta vedo la mia scrittura che si arricchisce di significati attraverso la vostra lettura.
un sincero saluto amici de La Recherche!

 Ferdinando Battaglia - 19/01/2013 13:16:00 [ leggi altri commenti di Ferdinando Battaglia » ]

Bella e concisa, esprime la profondità di un sentimento, dove la precarietà simobleggiata dal dirimpettaio simile alla morte, diventa annuncio profetico di un’altra luce, che illuminerà il vuoto delle nostre stanza, e queste stanze rappresentano tutte le illusioni che spesso scambiamo con intamontabili conostenze. Potente l’immagine dell’orologia che scade: il tempo limitato che ci costituisce finitudine.

Ciao Valentina

 Pietro Menditto - 19/01/2013 11:47:00 [ leggi altri commenti di Pietro Menditto » ]

Credo che ci troviamo davanti alla pittura di una illuminazione allo specchio. L’autrice è davanti/ dirimpetto allo specchio/sé stessa e si vede portatrice/detentrice di “novità finali” grazie alla virtù magica che sempre possiede questa “riflessione” (la morte metaforicamente è un essere posti “finalmente” di fronte a sé stessi recidendo la falce il nostro io illusorio). E’ chiaro che a quel punto il tempo “cade”, non conta più, e in quel metatempo, in quel vuoto, ci si illumina alla verità. La scelta, forse, non bisogna intenderla nel senso di opzione ma di elezione, come participio passato sostantivato di scegliere.

Un affettuoso saluto.

 Lorena Turri - 19/01/2013 11:41:00 [ leggi altri commenti di Lorena Turri » ]

La luna ha scelto te! con la sua parte oscura, con la sua falce, con la sua luce e ha riempito la tua stanza...

 Loredana Savelli - 19/01/2013 11:20:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

All’apparenza, persona odiosa questo dirimpettaio ma... si accende una luce nel vuoto. Dunque... mumble mumble...?
Quadro netto, simboli, precisione di pensiero. Che sia qualcuno che ti sta giudicando, ma un burbero benefico?