:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
Antologia proustiana 2021 [Invito a partecipare]
Premio "Il Giardino di Babuk" VII Edizione 2021: intervista a Davide Savorelli
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Valentina Rosafio
Speranza

Sei nella sezione Commenti
 

 Nando - 30/07/2015 16:32:00 [ leggi altri commenti di Nando » ]

Un testo "inconsueto"; oppure mi appare così perché sono trascorsi abbastanza anni tra di noi: tu poeta, io tuo lettore. Allora certi mutamenti risuonano amplificati, si colgono le sfumature di un’anima immersa nelle laceranti condizioni del vissuto, siano anche della gioia ma pur sempre in quel rebus esistenziale che mina il respiro della speranza.
Una poesia profondamente esistenziale, per questo mi è parsa particolarmente emergente dalla consuetudine delle altre tue, anche se sempre scritte con la profondità d’anima che credo sia la cifra della tua poetica (e direi della tua persona); una poesia giocata tra la debolezza di quelle luci fuggenti e gli spazi sconfinati della ragione, troppo angusti per noi. Ed è l’assurdo narrato dalla chiusa, l’apparente illimitatezza della ragione, a configgere la speranza sul legno disperante dell’incredulità – significativi qui questi versi: “si riaccendono i solai in pochi istanti./Intensi istanti sospesi che/se la svignano codardi/in mezzo alla tempesta/da cui siamo nati./Seminano speranza quattro luci spente? - Ma non è detto che questa domanda avrà la risposta della sua sconfitta o l’ultima parola che ne annuncerà l’agonia o ne postulerà l’unica via d’uscita nelle “vie traverse”, poiché anche nei confini chiusi della ragione si potrebbero trovare nuove fonti di luce alla speranza.

Ciao, Valentina.

 Valentina Rosafio - 30/07/2015 10:53:00 [ leggi altri commenti di Valentina Rosafio » ]

Grazie mille Luciano.E grazie a te Loredana, le tue parole un toccasana per la mia autostima:-)

 Luciano Rosario Capaldo - 28/07/2015 10:38:00 [ leggi altri commenti di Luciano Rosario Capaldo » ]

Forse si; quattro luci spente possono accendere la speranza.Basta come dici tu colorare quei punti neri e congiungerli come fosse una gioco enigmistico e dare forma all’anima spesso soppiantata dalla ragione.
Ho gradito tantissimo questi versi, barvissima.
Luciano

 Loredana Savelli - 27/07/2015 18:02:00 [ leggi altri commenti di Loredana Savelli » ]

La trovo bellissima, nella forma e nella sostanza. Il tuo linguaggio mi cattura sempre.
Ciao Valentina