:: Pagina iniziale | Autenticati | Registrati | Tutti gli autori | Biografie | Ricerca | Altri siti ::  :: Chi siamo | Contatti ::
:: Poesia | Aforismi | Prosa/Narrativa | Pensieri | Articoli | Saggi | Eventi | Autori proposti | Video proposti | 4 mani  ::
:: Poesia della settimana | Recensioni | Interviste | Libri liberi [eBook] | I libri vagabondi [book crossing] ::  :: Commenti dei lettori ::
 
« torna indietro | leggi il testo | scrivi un commento al testo »

Commenti al testo di Giuliano Brenna
Oud

Sei nella sezione Commenti
 

 Giuliano Brenna - 29/05/2015 12:45:00 [ leggi altri commenti di Giuliano Brenna » ]

Grazie cara Teresa, ognuno narrando narra sé stesso, ma ognuno lo fa cool proprio metodo, o stile.

 Teresa Nastri - 26/05/2015 11:48:00 [ leggi altri commenti di Teresa Nastri » ]

Finalmente (dopo inconvenienti di vario genere) sono riuscita a leggere un altro suo racconto,dopo quello del fornaio: OUD.
Ammirata, soprattutto, della spiccata capacità descrittiva di "dettagli esterni" (che a me manca, forse perché -in genere- troppo focalizzata sull’interiorità del soggetto). Per la prima volta mi trovo a pensare che forse non faccio che narrare di me stessa.
Sicché la lettura dei suoi due racconti si rivela, indirettamente, una "lectio" in atto per la mia tendenziale attitudine alla narrativa.
Grazie Giuliano.

 Giuliano Brenna - 08/01/2015 14:11:00 [ leggi altri commenti di Giuliano Brenna » ]

Grazie cari amici per la lettura e i commenti.

 Alessandra Ponticelli Conti - 25/12/2014 23:43:00 [ leggi altri commenti di Alessandra Ponticelli Conti » ]

Grazie alla misteriosa, ma familiare, fragranza di resina dell’Aquilaria Amalia rivive, intimamente, tutta la propria vita, i ricordi più belli, gli affetti più cari.
Una notte di Natale, sotto la neve, nella quale la memoria vince sulla solitudine e, forse, anche sulla morte.
Un racconto, bellissimo, narrato magistralmente.

 Elisa Mazzieri - 24/12/2014 20:54:00 [ leggi altri commenti di Elisa Mazzieri » ]

Molto centrato il gioco del sogno e i repentini cambi di scena che farebbero pensare quasi a una sfilata di flash da viaggio virtuale.E le descrizioni "lente" e scarne come una sceneggiatura negli intermezzi. Difficile riuscire a rendere il tempo del sogno infinito con la fugacità della veglia. Altre "latitudini" decisamente. Da rileggere con calma, per afferrare tutti i piani, ma bello che sia da leggere d’un fiato la prima volta!

 Maria Musik - 24/12/2014 19:16:00 [ leggi altri commenti di Maria Musik » ]

Incantevole racconto, colmo di dolcezza ma non smielata, aperto ad altri mondi o luoghi o, forse, non luoghi e a ogni interpretazione. Amore e profumo!

 Luciana Riommi - 24/12/2014 19:03:00 [ leggi altri commenti di Luciana Riommi » ]

Un carissimo augurio, Giuliano, di Buon Natale e Buon Anno!

 Roberto Maggiani - 24/12/2014 15:45:00 [ leggi altri commenti di Roberto Maggiani » ]

Grazie caro Giuliano,
un bel racconto davvero: un augurio di amore nella sua luce di caratteristica tenerezza... Buon Natale.

 Giuseppe Bonvicini - 24/12/2014 11:17:00 [ leggi altri commenti di Giuseppe Bonvicini » ]

Non sono ancora pronto ad interpretare le tue ’allegorie’...ma ci riuscirò prima o poi!
(un cuoco che sa scrivere dei bei racconti? Non lo avevo ancora incontrato: non sarà questo un presagio di quello che potrebbe succedere a breve? Tutto può essere in questo Natale senza renne da mettere nel forno!)

 Grizabella - 24/12/2014 09:18:00 [ leggi altri commenti di Grizabella » ]

splendido, letto tutto d’un fiato, complimenti e... auguri! :)